Marted́ 13 Aprile11:58:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, La Fiorita cerca l'allungo. Cailungo-Cosmos, scontro diretto decisivo

Sabato si giocano anche Pennarossa-Juvenes Dogana e Fiorentino Tre Fiori. Riposa la Libertas

Sport Repubblica San Marino | 14:44 - 18 Marzo 2021 La Fiorita cerca l'allungo (foto FSGC) La Fiorita cerca l'allungo (foto FSGC).

Sabato scoccherà l’ora della decima giornata di Campionato Sammarinese, l’ultima prima della pausa per gli impegni della Nazionale di San Marino che – dal 25 al 31 marzo – affronterà in serie Inghilterra, Ungheria ed Albania. Interessanti i confronti proposti dal calendario, che impone alla Libertas – seconda forza del torneo – il turno di riposo. Opportunità, dunque, di allungo per La Fiorita, ad un passo dall’aritmetica certezza di centrare i play-off scudetto, da intendersi con il piazzamento tra le prime quattro formazioni al termine della regular season. Le squadre comprese tra il quinto ed il dodicesimo posto, come noto, affronteranno infatti un turno preliminare per raggiungere i quarti di finale.

Due importanti assenze tra le file dei gialloblù di Montegiardino, che dovranno rinunciare agli squalificati Guidi e Peluso, quest’ultimo per due giornate. Rientrerà in panchina in tempo per la prossima partita anche mister Nicola Berardi, squalificato fino al 5 aprile per proteste nell’ultimo turno. L’omonimo Federico è invece l’unico appiedato dal Giudice Sportivo, fronte San Giovanni. I rossoneri occupano attualmente la quinta posizione di una classifica piuttosto corta alle spalle di La Fiorita e Libertas, complice il ritorno al successo della scorsa settimana contro il Fiorentino. Di fatto, dieci squadre sono racchiuse in appena cinque lunghezze e va da sé che il peso specifico di ogni singolo punto nelle prossime sei giornate di regular season sia notevole. Sempre vincente in campionato, La Fiorita cerca il nono successo consecutivo a scapito di un San Giovanni che vuole continuare a credere nella possibilità di agganciare il treno play-off senza fermate intermedie. Dirige l’incontro Laura Cordani, al debutto come primo arbitro nel campionato sammarinese.

In tal senso, ricopre un ruolo determinante il derby del Castello di Fiorentino, che sarà trasmesso dalle piattaforme digitali e televisive di San Marino RTV sabato, a partire dalle 15:00. Separate da cinque punti in classifica, entrambe inseguono una vittoria determinante. Per il Tre Fiori, il successo nella stracittadina significherebbe consolidare la propria posizione in zona play-off, potendo approfittare dello scontro diretto tra Folgore e Virtus e dal calendario che propone al San Giovanni il peggior cliente possibile. Di contro, il Fiorentino – che condivide l’ottava posizione con quattro squadre – vincendo potrebbe ipotecare la partecipazione al turno preliminare di post season, accorciando verso l’alto la propria classifica. Obiettivo tutt’altro che secondario, visti gli abbinamenti che saranno proposti nell’anticamera dei play-off. Sponda rossoblù peserà l’assenza di capitan Molinari squalificato: la voglia di riscattare lo scivolone col San Giovanni però non manca di certo ai ragazzi di Melandri.

Chiudono il palinsesto degli anticipi due sfide tra formazioni a pari punti. La prima si svilupperà sul sintetico di Montecchio e metterà a confronto Pennarossa e Juvenes-Dogana. Entrambe occupano l’ottava posizione insieme a Fiorentino e Murata, distanti cinque punti dal quarto posto e sei dal terzultimo. Una condizione tutt’altro che comoda, specie se considerata alla luce dello scontro diretto tra Cailungo e Cosmos che si giocherà contemporaneamente ad Acquaviva. Manuel Amati dovrà rinunciare tra gli altri anche allo squalificato Boldrini. Il Pennarossa va invece alla ricerca della terza vittoria nelle ultime quattro uscite, dopo il pareggio ottenuto in rimonta ed in extremis col Domagnano.

Si diceva di Cailungo-Cosmos: il confronto di Acquaviva ha il sapore dell’ultima spiaggia per entrambe, considerato il ritardo rispetto al dodicesimo posto (-6) e l’esiguo numero di partite a disposizione per tentare di colmare il divario. Cinque le partite che restano al Cailungo, così come al Faetano – l’altra squadra ai piedi della classifica –, una in più per il Cosmos che ha già osservato il turno di riposo. È evidente che un eventuale pareggio potrebbe minare seriamente le chance di entrambe, per cui è lecito attendersi una partita tattica ad Acquaviva.

In questo fine settimana di scontri diretti, non è da meno la sfida domenicale tra Folgore e Virtus. Appaiate a quota 13 punti, a due sole lunghezze di distanza dalla zona play-off, le formazioni di Lepri e Bizzotto si misureranno sul sintetico di Montecchio. Estremamente pragmatica la squadra di Falciano, che ha prodotto la sua classifica con soli sei gol segnati in otto partite (peggior attacco del campionato insieme al Cosmos), a fronte però di una solidità difensiva ormai proverbiale. Sono 473 i minuti di imbattibilità della porta giallorossonera (solo La Fiorita ha fatto meglio, con una serie aperta di dieci minuti maggiore); di contro una squadra come la Virtus che concede poco, ma trova la porta avversaria con maggiore continuità.

Non manca il derby nemmeno nei posticipi: il Castello di Città rinnova il confronto tra Tre Penne e Murata, in campo a Domagnano alle 15:00. I biancoazzurri di Ceci vanno alla ricerca dello smalto di inizio stagione che sembrano aver smarrito in un 2021 fatto di due sconfitte in tre uscite, detto che il calendario ha proposto a Patregnani e compagni Folgore, Libertas e La Fiorita in serie. Col Murata l’occasione per ripartire, pur senza lo squalificato Cibelli. Non se la passa meglio Achille Fabbri, che dovrà rinunciare a Simone Benedettini – titolare della porta bianconera – e ad Ivan Tani, entrambi appiedati dal Giudice Sportivo.

Chiude il cerchio l’incontro del Federico Crescentini di Fiorentino tra Faetano e Domagnano: un’occasione unica per la formazione tornata tra le mani di Alessandro Fabbri e reduce dal successo sul Cailungo che ha interrotto una serie di sconfitta arrivata a quota sei KO consecutivi. Battere il Domagnano significherebbe dimezzare il ritardo rispetto alla quota post season, perdere complicherebbe quasi irrimediabilmente il percorso di risalita. Semplice l’analisi relativa al Domagnano, di fatto contrapposta a quella dei prossimi avversari: un successo permetterebbe ai Lupi di consolidare in maniera granitica il posizionamento tra le prime dodici, anche alla luce dello scontro diretto tra Cailungo e Cosmos del giorno precedente. Un assente per parte: si tratta di Bacchiocchi e Musabelliu, entrambi squalificati.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >