Martedė 13 Aprile12:29:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, il Tre Fiori raccontato da 'Calciatori Brutti'

E' la community calcistica più seguita d’Italia con oltre 2 milioni e mezzo di followers Instagram

Sport Repubblica San Marino | 14:44 - 17 Marzo 2021 Mister Cecchetti con Lunardini e Simoncini Mister Cecchetti con Lunardini e Simoncini.

Il Tre Fiori sabato sarà tra i protagonisti della community calcistica più seguita d’Italia. Prima, durante e dopo la sfida di campionato che vede i ragazzi di Matteo Cecchetti impegnati contro il Fiorentino, il Tre Fiori verrà raccontato da “Calciatori Brutti” attraverso delle stories sulla pagina Instagram https://www.instagram.com/calciatoribrutti/ che conta oltre 2 milioni e mezzo di followers e 4 milioni di utenti distribuiti sui vari social. 
Una collaborazione, quella nata tra il Tre Fiori e Calciatori Brutti, che desta tanta curiosità sia sulla sponda sammarinese, sia su quella italiana che è pronta a scoprire i segreti del calcio Made in San Marino raccontato con “leggerezza, unicità e professionalità”, i tre concetti che stanno alla base della creazione e dello sviluppo di questo nuovo modo di raccontare il calcio attraverso i social media con un linguaggio autentico e irriverente che ha stregato anche le grandi aziende internazionali.
“Siamo una società in continua evoluzione e con tanta voglia di crescere – spiega il direttore generale gialloblù, Giacomo Benedettini – e questa iniziativa ci è piaciuta subito. Seguendo sui social Calciatori Brutti abbiamo pensato che anche noi potevamo dire la nostra e farci conoscere di più anche fuori dai confini sammarinesi grazie alla potenza di questo canale di comunicazione seguitissimo dagli amanti del calcio di tutto il mondo. Siamo tutti coinvolti e pronti a raccontarci, ma non sarà una scusa per i nostri giocatori: sui social saranno Calciatori Brutti, ma per battere il Fiorentino da parte loro servirà una prestazione bellissima”.
“Da sempre lo sguardo di Calciatori Brutti è rivolto verso un calcio tanto popolare quanto di nicchia – raccontano -. I grandi campionati sono sotto gli occhi di tutti e forniscono, anche a noi, la possibilità di sviluppare una comunicazione divertente e approfondita. Tuttavia è verso il calcio dilettantistico e verso campionati cosiddetti minori che la nostra vera anima viene fuori. A un anno di distanza dal primo lockdown, che ci ha spinto a seguire e trasmettere le dirette del campionato messicano, siamo pronti a raccontare il calcio sammarinese”.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >