Mercoledė 14 Aprile03:02:30
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: trasporto gratis e taxi agevolato per gli ultra 70enni che vanno a vaccinarsi

Un importante accordo che va incontro alle esigenze delle persone più fragili

Attualità Rimini | 14:32 - 18 Marzo 2021 Taxi agevolato per diverse categoria svantaggiate che possono avere problemi di mobilità Taxi agevolato per diverse categoria svantaggiate che possono avere problemi di mobilità.


Con gli atti approvati martedì 16 marzo, la Giunta Comunale di Rimini ha stabilito le linee di indirizzo per la concessione gratuita dei trasporti ai punti vaccinali per gli ultra 70 enni che non possono contare su nessuno che li accompagni ai centri di vaccinazione Covid-19 e i rimborsi delle spese di trasporto alle strutture sanitarie pubbliche o private, anche fuori Comune. 

Sono due le modalità con cui il Comune di Rimini, ha inteso far fronte a questa esigenza, entrambe garantite sia a mezzo taxi che dal noleggio con conducente (NCC),  nel periodo - definito dalla norma così detta  “buoni viaggio”  (Legge n. 77 del luglio 2020) - che attualmente va da luglio 2020 a giugno 2021.

La prima modalità è rivolta ai disabili e alle persone con più di 70 anni che si trovano in uno stato di impossibilità a raggiungere con mezzi propri (o con l’aiuto di parenti e/o conoscenti)  i punti vaccinali con prenotazione vaccinale già avvenuta.  In questo caso il costo del trasporto (da e verso i punti vaccinali) sarà completamente a carico del Comune e totalmente gratuito per i cittadini. Per attivare il servizio occorre chiamare il Comune di Rimini al numero 0541 704969, evidenziare agli operatori le condizioni previste per accedere al servizio e prenotare (tramite loro) il servizio di trasporto che successivamente verrà esibito al taxista che ha aderito al progetto. Per i disabili il cui trasporto richiede l’impiego di mezzi speciali, è assicurato un servizio da parte delle associazioni di volontariato convenzionate con il Comune di Rimini.

La seconda modalità, denominata “Taxi Agevolato” è rivolta invece alle persone che necessitino di recarsi presso le strutture sanitarie pubbliche o private, anche fuori Comune; a tutte le persone che   presentino difficoltà certificate nella mobilità; alle donne in stato di gravidanza; alle persone affette da patologie dimostrabili; ai disoccupate (o in situazione di cassa integrazione), e a tutti coloro che  si trovano in una situazione di fragilità economica (le cui entrate da redditi, rilevanti ai fini IRPEF, siano inferiori ad euro 15.000,00 per l’anno 2020).  In questi casi la copertura del costo del servizio è prevista per un rimborso del 50% della tariffa indicata a tassametro, fino al limite pro-capite di euro 500 totali e di euro 20 per singola corsa certificata. Per ottenere il rimborso è necessario presentare domanda al Comune di Rimini (Ufficio Bandi – Via Ducale 7, tel. 0541 704689), producendo apposita documentazione a corredo. 


Gloria Lisi, vicesindaco di Rimini, e Roberta Frisoni, assessore alla mobilità, evidenziano che quanto disposto dall'amministrazione comunale, oltre a garantire concretamente il trasporto delle persone ai centri vaccinali, è a garanzia anche dell'organizzazione di un percorso sicuro, "protetto da assembramenti, per limitare al massimo i contagi".


 

< Articolo precedente Articolo successivo >