Domenica 18 Aprile19:09:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Covid: governo valuta misure più restrittive. Zona Rossa stile Codogno?

Inoltre si valuta l'idea di mandare in zona rossa regioni che hanno 250 casi ogni 100.000 abitanti

Attualità Nazionale | 12:32 - 09 Marzo 2021 Centro vaccinazione alla fiera di Rimini Centro vaccinazione alla fiera di Rimini.


Come riporta l'Ansa, è in corso la riunione del Comitato tecnico scientifico chiesta dal governo per valutare la possibilità di eventuali nuove misure restrittive alla luce dell'aumento dei contagi. Tra le ipotesi sul tavolo degli esperti, l'introduzione del criterio di 250 casi ogni 100mila abitanti per entrare automaticamente in zona rossa - già proposto dai tecnici a gennaio ma respinto dalle Regioni - un'ulteriore stretta nei fine settimana, con chiusure generalizzate, e delle zone rosse più rigide, come venne fatto a Codogno, con posti di blocco presidiati dalle forze dell'ordine, e negli altri comuni nella prima ondata del virus. Un'idea, quella della zona rossa più rigida, che trova concorde l'opinionista Andrea Crisanti, professore ordinario di microbiologia all'Università di Padova: "Sulle varianti resistenti ai vaccini dobbiamo metterci in testa che serve tolleranza zero. Laddove si manifestano e c'è un focolaio, bisogna chiudere tutto, in stile Codogno, perché non possiamo permetterci che si diffondano nel paese. Significherebbe resettare l'orologio del paese un anno indietro".

 

< Articolo precedente Articolo successivo >