Domenica 05 Dicembre07:23:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Scuole chiuse, ancora proteste: "Ai nostri piccoli eroi è stato tolto il diritto di essere bambini"

Uno striscione e palloncini per i genitori della scuola 'Case Nuove" di Viserba

Attualità Rimini | 17:34 - 03 Marzo 2021 I genitori dell'Istituto Fermi e lo striscione preparato per la protesta I genitori dell'Istituto Fermi e lo striscione preparato per la protesta.


Anche alcuni genitori della scuola primaria "Casa nuove" dell'istituto Comprensivo Fermi di Viserba hanno protestato contro la chiusura delle scuole. Lo hanno fatto esponendo uno striscione con la scritta "Io voglio andare a scuola" e con tanti palloncini colorati. “Ci sono tanti eroi in questa battaglia, ma non dimentichiamoci di quelli che solo per statura sono i più piccoli: i nostri figli, a cui è stato tolto il diritto di essere quello che sono, bambini", spiegano i genitori in una nota, contrari alla didattica a distanza. "La salute passa anche attraverso l ’istruzione. I nostri piccoli eroi hanno rinunciato a un anno di interazioni, sport, attività, posti nuovi da visitare, limitato la loro fantasia tra le mura di casa, imparato a indossare mascherine e a separare i banchi. Eppure un anno dopo ci troviamo ancora al punto di partenza per quanto riguarda la loro istruzione", lamentano i genitori, che ricordano il motto che ha caratterizzato la prima ondata della pandemia e il periodo del contenimento: "Gli abbiamo fatto scrivere andrà tutto bene appendendo cartelloni ai nostri balconi per regalargli un sorriso e una speranza, in un momento in cui tutto era incerto. È ora di dargli quello che gli abbiamo promesso. Partendo dai loro banchi".


 

< Articolo precedente Articolo successivo >