Sabato 17 Aprile17:10:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Investire nel 2021: quali sono i mercati su cui puntare?

Il consiglio degli esperti e degli analisti finanziari

Attualità Nazionale | 08:35 - 04 Marzo 2021 Investimenti economici Investimenti economici.

Con la crisi economica innescata dalla pandemia Covid-19 è il giusto momento di investire i propri risparmi, puntando su mercati con trend potenziale di sviluppo e di crescita.
 

Per il corrente anno 2021 investire rappresenta la strategia di successo per guadagnare capital gains e per assicurarsi una rendita nel medio-lungo periodo.
 

Il buon consiglio degli esperti e degli analisti finanziari è quello di diversificare gli assets, di puntare su mercati diversi e di fare trading online informandosi su siti specializzati come https://trading-online.pro/.

Investire nel 2021: consigli utili per guadagnare
 

Onde evitare disastri finanziari è bene darsi e seguire delle regole ad hoc per minimizzare i rischi e per evitare le fluttuazioni e la volatilità dei mercati. 
 

Lo scenario economico attuale ed il suo trend negativo influito notevolmente sul prezzo dell’oro facendolo aumentare notevolmente. E non è un caso, infatti, se nel mondo degli investimenti l’oro viene definito come il bene rifugio per eccellenza.
 

Concetto che può essere esteso anche ad altre tipologie di investimento come possono essere i diamanti, i Bitcoin (con le dovute accortezze), gli immobili, le obbligazioni statali ed i famosi Buoni fruttiferi delle Poste Italiane.
 

In ogni caso, prima di effettuare un investimento più o meno sicuro, è bene conoscere il proprio profilo di rischio.
 

Come anticipato, per una strategia vincente e remunerativa ogni investitore dovrà diversificare il proprio portafoglio per avere la possibilità di sfruttare a proprio vantaggio tutte le potenzialità dei mercati e per minimizzare i rischi.
 

È bene sapere che per il corrente anno non c’è una strategia di investimento idonea per tutti, ma ogni decisione sarà influenzata dall’orizzonte temporale, dal grado di rischio e dalla redditività attesa.

Investire in conti deposito
 

Una forma molto interessante per tutti quegli investitori che non vogliono rischiare può essere quella di utilizzare i conti deposito.  Vengono definiti sicuri perchè è il sistema interbancario a garantire fino alla cifra di centomila euro.
 

Investire in un conto deposito è senz’altro la soluzione migliore per chi vuole avere degli interessi che tengono al sicuro il capitale dalla normale inflazione.
 

Proprio il fatto che c’è un fondo di tutela dei depositi che assicura una copertura fino a centomila euro in caso la banca fosse insolvente rende i conti deposito una soluzione senza alcun dubbio molto interessante.
 

Per quanto riguarda la tassazione dal 2014 gli interessi che vengono maturati sui conti deposito è al 26% a cui vanno aggiunte le imposte di bollo.
 

Investire in Buoni Fruttiferi Postali
 

Investire in buoni fruttiferi postali rappresenta una soluzione sicura per chi è avverso ad un elevato grado di rischio.
 

I buoni fruttiferi postali nel passato hanno avuto grande succcesso. Ora un po’ meno ma restano comunque uno forma d’investimento interessante perchè ha una tassazione agevolata, i rendimenti sono bassi e si ha la certezza di riprendere per intero il capitale che viene versato.
 

Si tratta di uno dei migliori strumenti di risparmio in Italia ed è possibile investire su varie tipologie di bfp, tra cui quelli per i minorenni.
 

Tuttavia, bisogna sottolineare il fatto che i Buoni Postali garantiti dallo Stato hanno un rendimento netto molto basso, mediamente inferiore all’1% annuo, poco superiore all’inflazione.
 

Investire in certificati di deposito
 

Un asset interessante che offre un tasso di interesse più elevato rispetto ai conti deposito è sicuramente quello dei certificati di deposito che vengono emessi dalle banche.
 

Si tratta di titoli definiti vincolati che vengono emessi dalle banche dopo aver effettuato un deposito in denaro. L’investitore, alla fine della scadenza di questo vincolo, ottiene un rimborso. Ci sono ovviamente dei vincoli sulla durata, varia dai 2 ai 5 anni, ed allo stesso tempo anche in base al rendimento che si sceglie, se fisso o variabile.
 

Gli interessi che vengono maturati durante il periodo del vincolo possono essere corrisposti in diversi modi. C’è chi preferisce in una sola soluzione al termine del contratto, oppure con delle cedole emesse con una determinata periodicità.
 

Investire in materie prime
 

Le materie prime sono una forma di investimento che riesce ad avere ancora oggi grande successo, tra cui il petrolio, che è ritenuto un ottimo asset su cui investire. Nei momenti di incertezza e di instabilità è buona strategia investire nell’oro, che è considerato da molti come il miglior bene rifugio.

Si può investire acquistando fisicamente oro ma questa soluzione va considerata soltanto con una prospettiva davvero a lungo termine. 

Altra materia prima fisica su cui investire è il petrolio. Il petrolio denominato Brent è quello che viene quotato alla Borsa di Londra ed è estratto nel mare del Nord. Viene, invece, definito West Texas Intermediate quello che viene quotato alla Borsa di New York.
 

Negli ultimi anni gli investitori hanno optato per l’argento, che è visto da molti come bene rifugio e si presta ad attività speculative.
 

Altra materia prima che viene utilizzata per investimenti a fini speculativi è il rame, metallo che viene utilizzato soprattutto in ambito industriale.
 

Investire in criptovalute
 

Le criptovalute sono indubbiamente la forma d’investimento che ha attirato l’attenzione di più negli ultimi anni in quanto  consentono di beneficiare di ottimi guadagni e imponenti rendimenti nel tempo.
 

E’ possibile investire sulle criptovalute acquistandole dalle migliori piattaforme di trading online. Operare in un mercato così complesso come quello delle criptovalute comporta per gli investitori avere una preparazione molto importante alle spalle ed imporsi delle regole rigide di gestione del proprio denaro.
 

Sul mercato sono tante le criptovalute su cui si può investire ma la più importante e più conosciuta ai più resta senz’altro il Bitcoin. Inventato da Satoshi Nakamoto, negli ultimi anni è salito alla ribalta enormemente tanto che ad investire su di esso non sono più soltanto piccoli investitori ma anche attori di primissimo livello del mondo della finanza.
 

Tra i fattori che hanno decretato il “grande balzo” c’è la decisione del founder di Tesla, Elon Musk, di accettare la valuta digitale BTC come mezzo di pagamento per le auto elettriche.
 

L’Ethereum è, assieme al Bitcoin, una delle criptovalute più celebri in tutto il mondo. Questa criptovaluta ha ottenuto una fama mondiale durante gli ultimi anni, diventando una delle alternative più valide assieme al Bitcoin.
 

In questo articolo abbiamo analizzato quali possono essere i trend d’investimento per quest’anno. Voi a quale credete di più? L’importante è investire in modo oculato e senza farsi abbagliare troppo dai rendimenti.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >