Sabato 27 Novembre16:16:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Come sono gestiti i dati personali online

E' importante essere informati su come i dati vengono gestiti, per capire come fare ad evitare spiacevoli sorprese.

Attualità Nazionale | 13:21 - 02 Marzo 2021 Come sono gestiti i dati personali online

**PUBLIREDAZIONALE**

In un’epoca dove quasi tutto passa dal web, la gestione dei dati personali diventa ogni giorno più importante. In pratica ogni volta che una persona effettua una registrazione online (ma non solo) deve compilare un modulo in cui inserisce i propri dati personali, che possono andare dai semplici dati anagrafici fino ad altri molto più importanti (e sensibili), come ad esempio quelli bancari (numero di conto e di carta di credito). Per questo è importante essere informati su come questi dati vengono gestiti, per capire anche come fare ad evitare spiacevoli sorprese.
 

Da un po’ di tempo in aiuto dei titolari dei dati è arrivato il GDPR, ovvero il General Data Protection Regulation, che ha introdotto una serie di innovazioni rivolte non solo alle persone, ma anche alle aziende. Il GDPR è un regolamento che stabilisce quali sono le linee guida da seguire per chi tratta i dati personali
 

Scopriamo insieme qualcosa di più su questa tema molto delicato.
 

L’invio dei dati personali
 

Ogni volta che facciamo una registrazione online ci viene chiesto di inserire dei dati personali. In alcuni casi si tratta semplicemente di nome, cognome e data di nascita, ma in molti altri gli utenti sono obbligati a fornire dei dati sensibili che possono essere il numero di telefono, l’indirizzo, il numero di conto bancario e quello della carta di credito. Per questo motivo è molto importante verificare sempre che la pagina web in cui stiamo inserendo i dati sia sicura.
 

Chi richiede i nostri dati
 

Se analizziamo le nostre giornate ci rendiamo subito conto che ci ritroviamo a fornire i nostri dati in moltissime situazioni. Partendo dal mondo dell’online, la prima cosa che ci viene in mente sono i social network, che sanno tutto di noi. Anche quando si effettua un acquisto online siamo chiamati ad inserire i nostri dati personali, compresi quelli relativi al metodo di pagamento, oltre che l’indirizzo ed il numero di telefono. Lo stesso accade quando ci si iscrive a dei programmi fedeltà, sia nei negozi fisici che in quelli online, che ci richiedono di compilare un modulo dove siamo chiamati ad inserire un grandissimo numero di dati.
 

Non sempre i dati personali raccolti dalle varie aziende vengono utilizzati da chi li acquisisce, ed infatti in molti casi questi dati vengono venduti.
 

La cessione dei dati personali
 

Quello della vendita dei dati personali è mercato in costante crescita, tanto che si sente parlare sempre più spesso dei broker di dati. Le informazioni personali sono infatti una risorsa economica molto importante in molti settori.
 

I broker di dati sono degli intermediari che raccolgono i dati, li analizzano, li elaborano ed infine li vendono alle aziende che li sfruttano per delle ricerche di mercato e per individuare i loro possibili clienti.
 

Come gestiscono i dati i Casinò AAMS
 

Il tema della sicurezza è stato preso molto sul serio dai Casinò AAMS nel corso degli ultimi anni. Per poter tutelare i loro clienti le case da gioco che operano online grazie alla licenza AAMS devono rispettare delle normative molto stringenti. Tutti i dati degli iscritti ai Casino autorizzati AAMS infatti devono essere custoditi su dei server sicuri e soprattutto non possono essere venduti a terze parti. Gli unici che possono visionare questi dati sono il personale ed eventualmente le forza dell’ordine, nel caso in cui ci sia stato un tentativo di frode.
 

Il consiglio per chi deve scegliere il Casinò online con cui giocare d’azzardo è quello di verificare subito se la casa da gioco è in possesso della licenza AAMS rilasciata dall’Agenzia Dogane e Monopoli, che solitamente è indicata nella home page del Casinò.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >