Luned́ 12 Aprile23:51:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Vaccini: Johnson and Johnson, il via libera a metà marzo. Sputnik forse tra aprile e maggio

Lo spiega Marco Cavaleri dell'Agenzia Europea dei Medicinali

Attualità Rimini | 16:29 - 27 Febbraio 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Sono quattro i vaccini anti Covid-19 che si preparano ad affrontare la procedura di autorizzazione da parte dell'Agenza Europea dei medicinali (Ema). Lo ha detto il responsabile terapie e vaccini Marco Cavaleri, in un'intervista alla trasmissione Caffè Europa di Rai Radio1. Il vaccino più vicino al traguardo dell'approvazione da parte dell'Ema è quello della Johnson & Jonhson: "lo stiamo valutando e penso che intorno a metà marzo saremo in grado di concludere. Ovviamente fermo restando che non ci siano problemi emergenti, ma sono piuttosto ottimista: sarà il prossimo", ha detto Cavaleri."Poi vedremo per gli altri: Novavax, Curevac, Sputnik ed eventualmente anche uno dei vaccini cinesi", ha proseguito. Per il vaccino russo SputnikV, ha proseguito, "abbiamo bisogno di fare quello che facciamo con tutti i vaccini, ovvero che l'azienda ci sottoponga tutti i dati, che poi noi valuteremo; ovviamente poiché il sito di produzione è extra-europeo dovremo verificare che il vaccino venga prodotto secondo gli standard europei. A quel punto potremo essere in grado di concludere in aprile o maggio". 

 

< Articolo precedente Articolo successivo >