Marted́ 13 Aprile15:33:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cambiano i viali delle Regine di Rimini: al via i lavori dal 1 marzo

Si parte dal tratto tra via Tripoli e l’incrocio con via Alfieri

Attualità Rimini | 13:53 - 26 Febbraio 2021 Rendering dei viali Rendering dei viali.


Con le attività di spostamento dei sottoservizi, eseguiti ad opera della società Adrigas, lunedì prossimo (1 marzo) partiranno ufficialmente i lavori di sistemazione dei viali delle Regine, nel tratto tra via Tripoli e l’incrocio con via Alfieri. "Una riqualificazione, lunga circa 1,9 km,  che è al centro di un importante programma di lavori che consentirà al cuore turistico e commerciale della zona della Marina di recuperare una forte immagine identitaria, potenziando al contempo la fruibilità in sicurezza dei viali. per arrivare così entro l’estate 2021 a riconsegnare alla città viale Regina Elena con una nuova veste", spiega l'amministrazione comunale di Rimini.

E' stata la Sear costruzioni stradali Spa di Cesena la ditta  aggiudicataria dell'appalto. I lavori dureranno circa due mesi. “E’ una riqualificazione che arriva dopo la positiva esperienza di Rimini open space  – commenta l’assessore ai lavori pubblici Jamil Sadegholvaad avviata la scorsa estate che ha incrociato l’esigenza del distanziamento alla sempre maggiore domanda di ambienti all’aria aperta da vivere e condividere in sicurezza". I nuovi viali infatti garantiranno più spazio alle persone e possibilità per i pubblici esercizi di sfruttare i dehors. "Con questo primo step, che si concluderà entro l’estate,  procediamo in parallelo con i lavori del Parco del Mare, continuando così in quel percorso di rigenerazione e valorizzazione della nostra fascia costiera", prosegue Sadegholvaad. 

Il progetto prevede una ridefinizione dell'asse viario, ripensato per fasce orizzontali funzionali da monte verso il mare: la prima fascia del viale pedonale, la seconda fascia con sedute e con aree sosta auto-moto che ospitano a tratti l’inserimento di spazi per verde o dehors, la terza fascia destinata alla carreggiata a doppio senso di marcia ed infine la quarta fascia per il marciapiede lato mare. Nella prima fascia si interverrà attraverso un allargamento dei marciapiedi lato monte, che consentirà quindi - dove non sono presenti gli stalli per la sosta di auto e moto - un ampliamento degli spazi urbani che potranno essere destinati a dehors.  

 

< Articolo precedente Articolo successivo >