Sabato 17 Aprile05:28:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Protocollo Marecchiese, la minoranza di Sant'Agata con l'amministrazione contro la firma

Ricci e Bossari: "Valmarecchia un budello senza sbocchi. Recepiscano le indicazioni del Comune"

Attualità Sant' Agata Feltria | 08:41 - 25 Febbraio 2021 Protocollo Marecchiese, la minoranza di Sant'Agata con l'amministrazione contro la firma


«Bene ha fatto l’amministrazione di Sant’Agata Feltria a non firmare il Protocollo d’Intesa proposto dalla Provincia sulla viabilità della Marecchiese e bene farà se rimarrà ferma su questa posizione fino a quando non verrà modificato, recependo le proposte avanzate dalla stessa amministrazione e le richieste del Comitato degli imprenditori». Apre così la lettera che i consiglieri di minoranza del Comune Paolo Ricci e Cristiana Bossari inviano agli organi di stampa. «Non è più tempo di fare promesse, sottoscrivere protocolli o accordi, ma di agire con interventi puntuali, pragmatici, senza perdere ulteriore tempo. Finora la viabilità non è mai stata trattata con concretezza, anzi si è cercato di chiudere la Valmarecchia in un budello senza sbocchi e se ciò  fino a 10 anni fa poteva risultare “normale”, in quanto non si percepiva continuità territoriale tra noi e Rimini, oggi abbiamo di fronte un’unica grande realtà territoriale ed economica. Aspettiamo nel frattempo anche il completamento dei lavori della SP 8, promessi da tempo e ad oggi fermi, senza nessun stanziamento di fondi a bilancio per i cinque lotti rimasti». Nel frattempo i consiglieri hanno lanciato una petizione che arriverà presto sui tavoli della Regione, delle due Province Forlì-Cesena e Rimini e dei Comuni di Sarsina e Sant’Agata Feltria.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >