Mercoledý 14 Aprile03:35:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Si Viaggiare: Rai 2 dedica una puntata a Verucchio, San Leo e Sant'Agata Feltria

Fari puntati sul cammino di San Francesco

Attualità Verucchio | 12:51 - 24 Febbraio 2021 Si Viaggiare: Rai 2 dedica una puntata a Verucchio, San Leo e Sant'Agata Feltria


Andrà in onda venerdì 26 febbraio alle 13.40 su Rai 2 la puntata di ‘Sì, Viaggiare’ dedicata al Cammino di San Francesco e ambientata fra Verucchio, San Leo e Sant’Agata Feltria. A realizzarla, è stato il regista Rai Nelson Bova, che una decina di giorni fa ha focalizzato l’attenzione della rubrica dal Tg2 dedicata appunto ai viaggi sulla cittadina malatestiana e la vallata in quel momento resi ancor più affascinanti da una bella coltre di neve.

«Il giornalista e la troupe hanno girato a Verucchio per un’intera mattinata fra il Convento di Santa Croce dove padre Bruno Miele ha spiegato la storia del Cipresso che la tradizione vuole piantato da San Francesco nel 1213, la Rocca Malatestiana e il Museo Civico Archeologico. Nella fortezza, l’archeologa Alessandra D’Alba della Pro loco ha attualizzato i legami della storia con il settecentenario di Dante Alighieri ricordando le diverse citazioni della Casata dei Malatesta e di Verucchio nella Divina Commedia. Al Museo, la direttrice Elena Rodriguez guiderà invece i telespettatori fra i diversi pezzi unici che rendono il contenitore un gioiello e punto di riferimento in tutto il mondo per la civiltà villanoviana», rivela il sindaco Stefania Sabba, che ricorda con orgoglio come i riflettori della Rai si accendano sempre più frequentemente sulla cittadina.

«In autunno, in una puntata di Linea Verde su Rai 1 abbiamo presentato il ‘Paniere di Verucchio’ ottenendo una prestigiosa vetrina per i nostri prodotti tipici che affondano le radici nella storia e a marzo è prevista la messa in onda su Rai 5 di una puntata della trasmissione ‘Di là dal fiume e fra gli alberi’ dedicata alla Valmarecchia che ci vedrà fra i protagonisti principali: a metà dicembre il regista Giovanni Anzini, ha compiuto diverse riprese davanti al busto di Dante di Piazza Malatesta e ha girato poi diverse scene all’interno della Rocca Malatestiana, costruendo situazioni e narrazioni molto particolari», chiosa il sindaco.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >