Lunedý 06 Dicembre14:17:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cucina da campo e kit sanitari per i profughi della rotta balcanica: raccolta una cifra record

In 15 giorni sono stati donati oltre 13 mila euro che hanno già permesso di aiutare i migranti della Bosnia

Attualità Coriano | 13:35 - 22 Febbraio 2021 La mensa allestita a Bihac in piena funzione La mensa allestita a Bihac in piena funzione.


Per comprare una cucina da campo e mille kit igienico/sanitari da mettere a disposizione dei migranti “prigionieri”, al freddo e al gelo nella foresta intorno a Bihac, località al confine con la Croazia, Petroltecnica e Rovereta, Banca Malatestiana e Incontri del Mediterraneo si erano date 15 giorni. Un tempo breve per un obiettivo importante

La risposta è stata superiore ad ogni più rosea aspettativa: a conclusione della campagna abbiamo raccolto un totale di 13.336 euro, cioè più del doppio dell’obbiettivo proposto. Cifra cui hanno concorso, con 3156 euro trattenuti in busta paga, i dipendenti di Petroltecnica e Rovereta. Che a loro volta hanno aggiunto altri 1400 euro come contributo diretto. Alla data, 3800 euro per l’acquisto della cucina da campo, e 3000 euro per i kit sanitari sono già stati inviati all’Associazione BIH Acli/Caritas, che opera sul campo. In attesa di indicazioni per l’invio dei restanti 6.536 euro, che corrisponde alle donazioni in più raccolte.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >