Giovedý 25 Febbraio03:27:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

VIDEO Rimini-Real Forte Querceta 1-2, Mastronicola: 'La squadra ha paura di fare e di sbagliare'

Amoroso: 'Abbiamo giocato con coraggio. Sei punti contro il Rimini è motivo di grande orgoglio'

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 18:56 - 20 Febbraio 2021

Rimini in caduta libera. Quinta sconfitta della stagione, questa volta al Romeo Neri per mano del Real Forte Querceta (1-2) che così contro i biancorossi ha fatto bottino pieno: sei punti tra andata e ritorno. C'è aria bassa e non potrebbe essere diversamente. Nelle ultme partite i biancorossi hanno collezionato un punto tra fanalino di coda Ghivizzano, Marignanese e Real Forte Querceta. E anche Alessandro Mastronicola fa fatica a trovare le parole. Non può rimproverare nulla alla squadra sotto il profilo dell'impegno, ma è palese che nelle testa dei biancorossi ci sia molta confusione, il gioco latita e le numerose assenze hanno aggravato la situazione a distanza di tre giorni dalla partita precedente. E ora, in attesa dei risultati delle avversarie nella giornata di domenica, c'è il derby che bussa alle porte al Morgagni di Forlì nella giornata di mercoledì. “Siamo partiti contratti, poi pur soffrendo in qualche circostanza, stavamo tenendo bene il campo. Il gol subito ci ha offuscato la mente. Nel secondo tempo siamo partiti anche bene, abbiamo pareggiato, poi abbiamo subito immeditamente l'1-2. Abbiamo sofferto le ripartenze, creato situazioni da sfruttare e così non è stato e quindi siamo qui a commentare una sconfitta. La squadra è impaurita, con la paura di fare e di sbagliaredice Alessandro Mastronicola - Quando sei così non riesci mai a liberarti mentalmente. E pensare che in questi giorni ho chiesto ai ragazzi di non preoccuparsi degli errori. C'è delusione e si tocca con mano, preferirei fosse rabbia”.

Dall'altra parte dice Christian Amoroso, allenatore Real Forte Querceta: “Nel primo tempo avremmo potuto segnare qualche gol in più, se non si concretizzano le occasioni poi si rischia come abbiamo visto alla fine. La mia squadra ha fatto una partita importante, coraggiosa, siamo venuti a giocarcela apertamente. Nel primo tempo abbiamo giocato con quattro attaccanti, è stato un bel segnale. La squadra ha risposto bene. Lasciatemi dire che per una società come la mia fare sei punti contro il Rimini è un orgoglio”.

Video di Daniele Manuelli-SportUp

 

ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >