Giovedý 04 Marzo23:51:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Raggiro per evitare sequestro night club: nuova assoluzione per commercialista riminese

Il professionista era accusato di aver violato la normativa anti-riciclaggio

Cronaca Rimini | 05:15 - 21 Febbraio 2021 Tribunale di Rimini (in gallery l'avvocato Paolo Ghiselli) Tribunale di Rimini (in gallery l'avvocato Paolo Ghiselli).


Nuova assoluzione per il commercialista riminese Daniele Balducci, a processo per fatti risalenti al 2013 e legati a un'indagine su fatti gravitanti attorno a un ex noto night club della Riviera di Rimini. Il professionista era accusato di aver violato la normativa anti-riciclaggio, di concerto con un imprenditore noto alle cronache giudiziarie. Quest'ultimo, secondo il teorema accusatorio, per eludere una misura di prevenzione a lui applicata e vanificare un sequestro, era intenzionato a trasmettere la proprietà dei muri del locale al commercialista, fatto che avrebbe configurato un'intestazione fittizia del night a quest'ultimo. Tutto sarebbe nato da una lettera inviata da Balducci a un'agenzia immobiliare per rivendicare la possibilità di subentrare al preliminare di acquisto dell'immobile. Secondo la Guardia di Finanza, c'era quindi un accordo tra l'imprenditore e il commercialista.  Al termine delle indagini e con il rinvio a giudizio di Balducci, la procura ne chiedeva condanna a un anno e otto mesi, all'esito dell'istruttoria dibattimentale, ma il collegio giudicante, presieduto dal giudice De Florio, ha assolto l'imputato, difeso dall'avvocato Paolo Ghiselli, perché il fatto non sussiste. Un'assoluzione che ha accolto le istanze della difesa, anche se le motivazioni saranno note solo con il deposito della sentenza.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >