Giovedì 25 Febbraio08:16:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A Como un parco dedicato all'agente bellariese Sabrina Paglierani, uccisa a 26 anni da un tir

La città le ha intitolato i giardini pubblici di via Italia Libera. Sabrina lavorava per la polstrada di Varese

Attualità Bellaria Igea Marina | 10:16 - 18 Febbraio 2021 Sabrina Paglierani Sabrina Paglierani.


Il consiglio comunale di Como ha approvato all'unanimità una mozione per l'intitolazione dei giardini pubblici di via Italia Libera all'agente della polizia stradale Sabrina Pagliarani, morta in servizio a 26 anni la notte del 30 settembre del 1994, uccisa da un tir tedesco all’altezza dello svincolo di Como sud dell’autostrada dei Laghi. La giovane era nativa di Bellaria-Igea Marina e faceva servizio presso la polstrada di Varese. Pagliarani è stata la prima agente donna della polizia stradale a perdere la vita in servizio e la seconda della polizia di Stato dopo Emanuela Loy, morta nell’attentato al magistrato Antimafia Paolo Borsellino.

Durante la seduta di mercoledì, il consigliere proponente Sergio De Santis ha sottolineato come «la memoria è quello che ci tiene in vita. Chi muore in servizio deve essere visto sotto un’altra luce, non come una vittima ma come chi fa del proprio dovere uno stile di vita e probabilmente è un eroe. I colleghi come Sabrina saranno sempre per noi gli eroi di tutti i giorni trovo molte similitudini tra la vicenda di Sabrina Pagliarani e quella silenziosa, rischiosa, dei tanti operatori socio sanitari, dei medici, di tutte quelle categorie produttive che non si sono mai fermate, nemmeno quando del coronavirus si sapeva poco e faceva ancora più paura. Tantissimi eroi silenziosi che, come Sabrina, hanno lavorato giorno e notte per servire il prossimo, e che purtroppo hanno perso la vita».
 

< Articolo precedente Articolo successivo >