Mercoledý 03 Marzo06:51:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ipotesi Emilia Romagna arancione, ristoratori chiedono di salvare il weekend

L'intervento del presidente di Fipe Rimini Gaetano Callà: "Non possiamo buttare a mare cibo e prenotazioni"

Attualità Rimini | 14:42 - 17 Febbraio 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.


L'Emilia Romagna è destinata a tornare in zona arancione, ma questo potrebbe accadere già da domenica 21 febbraio. Giorno per il quale i ristoratori hanno già messo in cantiere numerose prenotazioni (alcuni ristoranti di Rimini hanno messo il triplo turno a pranzo). Gaetano Callà, presidente della Fipe provinciale, chiede che, in caso di zona arancione, essa sia applicata da lunedì 22 febbraio, per evitare che i ristoratori "debbano buttare a mare prenotazioni, derrate e lavoro". Ma a preoccupare è anche il clima di incertezza, il fatto che l'ufficialità del ritorno in zona arancione possa arrivare nelle ore serali di venerdì (19 febbraio). "Meritiamo più rispetto, meritiamo di potere programmare il nostro lavoro. Meritiamo anche che non si ripeta più una situazione tragicomica come quella delle stazioni sciistiche, che hanno saputo la sera prima di non poter riaprire. Una situazione che ci spaventa molto con l’avvicinarsi della primavera, stagione in cui sul nostro territorio si intensificano i flussi turistici e per la quale già stiamo cominciando a programmare”, accusa Callà, che rilancia la richiesta di riaprire i ristoranti a pranzo in zona arancione e a cena in zona gialla, proposta "che aveva trovato pareri favorevoli sia all'interno del Comitato Tecnico Scientifico sia dell'ex viceministro alla sanità Sileri". Evidenzia Callà: "I gestori dei locali sono attenti a seguire le regole dei protocolli, pensati e scritti per dare garanzie di sicurezza, e ci chiediamo a cosa siano serviti investimenti e sacrifici se l’unica risposta continuano ad essere nuove chiusure. La nostra non è solamente una richiesta, ma una esigenza per la sopravvivenza delle nostre imprese".

 

< Articolo precedente Articolo successivo >