Marted́ 02 Marzo17:58:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini punta sulla transizione energetica: "Bonus, mobilità sostenibile e fotovoltaico"

Le regole di Andrea Gnassi: "Avrai, se fai, avrai se presenti progetti di radicale riconversione ambientale"

Attualità Rimini | 14:13 - 11 Febbraio 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.


Rimini e la Romagna devono essere pronte a cogliere le sfide legate alla riconversione energetica. Lo spiega il sindaco di Rimini Andrea Gnassi:  "Avrai, se fai, avrai se presenti progetti di radicale riconversione ambientale, se hai il coraggio di tenere la botta per progetti di investimento infrastrutturale seri che generino ambienti sostenibili, qualità della vita, occupazione e benessere, andando oltre le proteste per i cambi d’abitudine nell’immediato”. Il primo cittadino di Rimini invoca un tavolo romagnolo per un piano energetico di area vasta, "sblocco naturale di ciò che è stato fatto negli ultimi 15 anni, cioé politiche comuni su fiere, idrico, università, trasporti, sanità", superando "ostilità e concorrenze campanilistiche". "Per l'energia deve essere lo stesso", spiega Gnassi. Gli ambiti di intervento sono svariati, dal superbonus del 110%, alla riconversione del traffico urbano in mobilità sostenibile, con l'introduzione di una Green Mobility Card che permetta di viaggiare su treni ad alta velocità, treni regionali, bici e autobus; ma anche l'installazione di pannelli fotovoltaici e di parchi eolici "di nuova generazione rispettando l'ambiente", il recupero di aree degradate ed edifici da rigenerare, investire sull'idrogeno. Il piano energetico romagnolo potrebbe attrarre "investitori mondiali", offrendo loro "una pianificazione chiara negli scopi e negli step". 

 

< Articolo precedente Articolo successivo >