Mercoledý 01 Dicembre23:18:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Morto nel viaggio in rimorchio, pakistano condannato a 9 anni per sopressione di cadavere

Stava trasportando il giovane, deceduto per asfissia. Accusato anche di soppressione e favoreggiamento immigrazione

Cronaca Rimini | 08:18 - 10 Febbraio 2021

È stato condannato a 9 anni di reclusione Ali Irfan, il 34enne pakistano accusato di aver favorito l'immigrazione clandestina trasportando un gruppo di immigrati in Romagna, tra i quali un suo connazionale 26enne poi morto per asfissia durante il viaggio nel van per il trasporto dei cavalli. Altra colpa attribuitagli dall'accusa, come spiega il Corriere di Romagna, è l'aver scaricato e abbandonato il morto a lato di una strada a San Giovanni in Marigrano, da qui l'accusa di soppressione e occultamento di cadavere.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >