Martedý 07 Dicembre23:26:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A Rimini l’integrazione passa da un corso per migliorare la lingua italiana

Un progetto nato per promuovere la cultura plurale della diversità e della non discriminazione

Attualità Rimini | 15:16 - 08 Febbraio 2021 La consigliera alle pari opportunità Giulia Corazzi La consigliera alle pari opportunità Giulia Corazzi.

Un nuovo progetto ideato e realizzato dall’ufficio Pari Opportunità della Provincia di Rimini con il sostegno della Regione Emilia Romagna, nato per promuovere e valorizzare la cultura plurale della diversità e della non discriminazione: si chiama Femminile#Plulare.

Saranno due i corsi gratuiti in partenza nel mese di Febbraio. Il primo, realizzato in due edizioni, è rivolto a tutte le donne italiane e straniere sul tema  del  Self Empowerment e partirà il 15 febbraio. 16 ore in videolezioni per scoprire il proprio potenziale e trasformarlo in azione.

Il secondo corso, rivolto alle donne straniere sarà relativo al miglioramento dell’utilizzo della Lingua Italiana.  Sarà rivolto alle donne che vivono nel nostro paese e che hanno la necessità di poter comunicare al meglio nella quotidianità. Entrambi i corsi saranno totalmente online.
 

Abbiamo ritenuto fondamentale soprattutto in questa difficile fase intraprendere insieme a tutti i Comuni del territorio, alle Associazioni, Istituzioni ed Enti Pubblici e Privati un percorso  per sviluppare ambiti d’intervento congiunti.  Ciò al fine di  sviluppare ed estendere sull’intero territorio provinciale il lavoro di prevenzione e sensibilizzazione in modo molto più efficace ma soprattutto raggiungendo anche le parti sociali rimaste parzialmente escluse– Ha spiegato Giulia Corazzi, Consigliera alle Pari Opportunità della Provincia di Rimini.
 

Sono infatti circa 1000 le donne che si sono messe in contatto nell'anno 2019 con il centro Antiviolenza del Distretto Nord e del Distretto Sud. Dati che dimostrano un fenomeno  in continua crescita.

 

“Di queste donne che si rivolgono ai centri moltissime sono residenti nella Provincia di Rimini e ciò deve stimolarci a fare un lavoro sempre più diffuso ed efficace che non tocchi solo le donne vittime di violenza ma che agisca in modo significativo sul tema della prevenzione con momenti di educazione e di sensibilizzazione – ha proseguito Giulia Corazzi - Creare azioni che permettano alle donne di aggregarsi, di sentirsi meno sole e diffondere progetti che contrastino tutte le forme di discriminazione.  Il Progetto Femminile#Plurale prevede anche una sezione  dedicata ad attività  culturali ed artistiche. Attraverso la forma teatrale e la scrittura autobiografica  si vuole dare ai partecipanti una intima comprensione ed accettazione che possa contribuire alla creazione di preziose opportunità rivolte alle donne  situate ai margini della società colmando parzialmente tali carenze e difficoltà”.

 

Saranno tre gli ambiti di azione: sport, comunicazione e multiculturalità.

Il percorso prevede laboratori di educazione sportiva e rispetto delle Pari Opportunità rivolto ai bambini; ci saranno laboratori di Teatro e Scrittura  Autobiografica. Sarà  promossa la realizzazione di un cortometraggio con finalità di  sensibilizzazione e  prevenzione sui temi delle discriminazioni di genere e della violenza contro le donne. Quelle elencate sono alcune delle azioni che verranno organizzate all'interno del progetto.

< Articolo precedente Articolo successivo >