Mercoledý 03 Marzo00:30:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cinquantenne nel mirino di Equitalia: per errore arrivano cartelle per 84mila euro

Un artigiano si è rivolto al proprio consulente del lavoro che ha ottenuto l'annullamento delle cartelle

Cronaca Rimini | 19:42 - 09 Febbraio 2021 Cartelle esattoriali Cartelle esattoriali.


Si è visto recapitare due dozzine di cartelle da Equitalia, per un importo totale di 84.000 euro, ma il suo ragioniere e tributarista è riuscito a ottenerne l'annullamento. Ha potuto tirare un definitivo sospiro di sollievo un 50enne del sarsinate, artigiano ed ex titolare di una ditta di impianti elettrici che operava sia nel cesenate, che nel riminese. Nel 2006 l'uomo aveva cessato il suo lavoro di imprenditore, diventando un lavoratore dipendente, ed aveva chiuso la propria attività. Ma all'Inps non risultava la cessazione della ditta individuale. Così Equitalia ha iniziato a inviare le cartelle esattoriali, per i contributi non versati dal 50enne nell'ambito della sua attività imprenditoriale. Attività che però aveva interrotto dal 2006. Quindici anni di cartelle, ma tutto annullato, grazie all'opera del suo tributarista, il ragioniere riminese Andrea Giordani, che è riuscito a far valere le ragioni del suo assistito. "Bisogna sottolineare anche l'atteggiamento collaborativo dell'Inps", spiega Giordani. L'imprenditore ha evitato che la situazione si risolvesse nelle aule di tribunale. L'Inps ha infatti accolto la richiesta di cancellazione retroattiva della ditta, con decorrenza dal 31 dicembre 2006, annullando le cartelle. 



 

< Articolo precedente Articolo successivo >