Giovedý 25 Febbraio03:33:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Maldestro Lupin fa scattare l'allarme intrusione dell'hotel: arrestato dalla polizia

Ha cercato di nascondersi dietro a un divanetto nella hall, poi ha tentato la fuga, durata poco

Cronaca Rimini | 09:41 - 05 Febbraio 2021 Maldestro Lupin fa scattare l'allarme intrusione dell'hotel: arrestato dalla polizia


Si era avventurato all'interno di un hotel chiuso per la stagione in viale Trento a Rimini, ma con i suoi movimenti e nel probabile tentativo di asportare qualcosa aveva fatto scattare l'allarme volumetrico installato all'edificio, allertando il proprietario che fa anche da custode, il quale dopo averlo stanato ha subito ha chiamato le forze dell'ordine.

Una volta sul posto, la polizia di Stato è intervenuta mentre il 44enne libanese, autore del tentato furto, cercava di uscire dall'edificio inseguito dal proprietario, già sul posto visto che è domiciliato proprio nell'albergo. Addosso gli sono stati trovati un apribottiglie con leva togli tappo, una forcina da disegno modificata per forzare i lucchetti e un grimaldello multiuso di con sei attrezzi differenti. All'interno dello zaino poi aveva una torcia e una led frontale.

Il proprietario ha raccontato, dopo aver ricevuto il segnale di allerta sullo smartphone, di essersi messo alla ricerca di segni di intrusione e di aver visto, tra un piano e l'altro, un fascio di luce che si aggirava nella struttura. Per questo ha acceso le luci dell'intero edificio, notando così una porta-finestra aperta affacciata sul cortile interno e subito dopo uno zaino appoggiato sul fianco di un divano della hall. Dietro stava ranicchiato il libanese nel tentativo, ancora più maldestro, di nascondersi. Ma la sua stazza di oltre 1 metro e ottanta e l'abbigliamento scuro non gli hanno lasciato scampo.

Dapprima ha tentato di giustificarsi, ma quando ha sentito l'uomo chiamare il 112 il goffo Lupin si è fatto strada spintonando l'uomo per lanciarsi fuori dalla finestra sul cortile, inseguito però e prontamente bloccato dalla polizia intervenuta, che ha accertato non esserci altri intrusi all'interno. Sulla finestra sono stati trovati chiari segni di forzatura. L'aspirante ladro, irregolare sul territorio italiano, senza fissa dimora e con precedenti, è stato arrestato e subirà un processo con rito direttissimo.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >