Marted́ 02 Marzo14:56:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Qualificazioni Euro 2023: San Marino Under 21, partenza con la Germania

Il 3 settembre gara casalinga contro i teutonici, poi l'Ungheria

Sport Repubblica San Marino | 16:12 - 04 Febbraio 2021 Foto Fsgc Foto Fsgc.


La UEFA, raccolte le indicazioni ed i suggerimenti delle Federazioni, ha stilato ed ufficializzato il calendario di qualificazione agli Europei Under 21 del 2023, le cui fasi finali saranno co-organizzate da Romania e Georgia.

Inseriti nel Gruppo B, i Biancoazzurrini di Fabrizio Costantini saranno in campo due volte – a distanza di pochi giorni – nei mesi di settembre, ottobre, novembre prossimi, oltre a marzo e giugno 2022. Debutto in casa, fissato per venerdì 3 settembre (curiosamente nel giorno dedicato al Patrono della Repubblica di San Marino) contro la corazzata Germania, vice campioni nell’edizione 2019 che vive la FSGC al fianco della Federcalcio italiana nell’organizzazione della fase finale. Al San Marino Stadium anche la seconda sfida del raggruppamento, che vedrà i Titani ospitare l’Ungheria il 7 settembre prossimo.

Doppia trasferta a ottobre, dove l’Under 21 di San Marino sarà impegnata sui campi di Lettonia e Polonia, prima di ricevere Israele in casa l’11 novembre. Cinque giorni più tardi, i Biancoazzurrini voleranno in Germania per sfidare a domicilio i forti teutonici, favoriti per la testa del girone. La fase di qualificazione si completerà nella primavera del prossimo anno, con le sfide ad Ungheria (in trasferta, il 24 marzo) e Lettonia (a Serravalle, il 29 marzo). L’ultimo doppio impegno della campagna europei dei ragazzi di Costantini è fissato per la prima settimana di giugno 2023, con l’incontro casalingo con la Polonia (2 giugno) e la successiva trasferta in Israele del 7 giugno.

In via di definizione la sedi e gli orari delle partite che vedranno i Biancoazzurrini impegnati nel Gruppo B di qualificazione agli Europei U-21 del 2023. Gli stadi vengono determinati circa due mesi prima della data della partita, mentre l’orario a trenta giorni, come da Regolamento UEFA.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >