Giovedý 25 Febbraio05:30:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Un anticipo di primavera sul riminese: ma durerà poco

Temperature fino a 17 gradi, ma è atteso un calo termico. L'analisi di Centro Meteo Emilia Romagna

Attualità Rimini | 17:19 - 03 Febbraio 2021 Foto Pierluigi Missiroli Foto Pierluigi Missiroli.


Condizioni più tardo autunnali, per non dire anticipo di primavera, piuttosto che invernali in questi giorni nel riminese. Febbraio è iniziato con cieli nuvolosi ma temperature in rialzo. A Federico Antonioli di Centro Meteo Emilia Romagna chiediamo se questo trend sarà confermato nei prossimi giorni.

1) Federico, ci dobbiamo aspettare un rialzo termico? Le temperature massime fino a dove potranno spingersi, in termini di valori?
"Nei valori minimi registreremo da qui a sabato nuovi lievi incrementi, con dati oltre la media del periodo (che per la prima decade di febbraio si attesta sui +3.3°C per quanto riguarda la città di Rimini), già oggi ci siamo attestati attorno ai +4°C. Le massime, dopo aver toccato i +16/17 gradi,  nella parte sud della provincia, nei prossimi giorni vedranno una flessione. Difatti, se oggi abbiamo ancora risentito dei venti di ricaduta dall'Appennino (Garbino), domani e venerdì saranno due giornate con ventilazione debole o molto debole settentrionale. Inoltre sarà maggiore la presenza di nubi basse o banchi di nebbia. Non andremo quindi oltre gli 8-10 gradi".

2) Ci sarà poi un brusco calo termico. Ovviamente si tornerà a una situazione invernali
"Si, diciamo che questa settimana ha visto l'espansione dell'alta pressione sul bacino del Mediterraneo centro-meridionale, con rialzo termico in quota (sopra media di circa 5 gradi sui nostri settori), ma siamo ugualmente risposti a blandi flussi atlantici, responsabili della nuvolosità in transito e dell'apporto di umidità che sta favorendo sulle pianure emiliane le foschie e le nebbie che, nei prossimi giorni, saranno più probabili anche nel riminese. Per quanto riguarda il calo termico sarà relativamente brusco in quota, ma al suolo non sentiremo particolari effetti. Stando agli ultimi aggiornamenti del Centro Europeo, avremo probabile transito di diversi impulsi perturbati sull'Emilia-Romagna nel periodo che va da domenica 7 a martedì 9 febbraio, tuttavia attualmente gli effetti sembrano blandi. Avremo quindi nuvolosità anche compatta e qualche pioggia sparsa, più probabile a ridosso dei rilievi e nelle giornate di domenica e martedì anche sui settori di pianura. Ma ancora valori relativamente miti non permetteranno alla neve di scendere sul nostro appennino eccezion fatta per le vette". 

3) Che cosa ci possiamo aspettare per il mese di febbraio che ricordiamo è l'ultimo mese di inverno (l'inverno meteorologico termina il 28 febbraio)? 
"Un’area depressionaria sul Mediterraneo occidentale, porterà in prevalenza correnti umide e miti nel corso delle prossime settimane.  Le temperature, seppure in flessione, sono ancora attese sopra media su tutto il territorio. Probabile qualche evento perturbato, ma almeno fino al 15-20 del mese non si intravvede particolare freddo. Andare oltre con la tendenza lo ritengo prematuro. E ribadisco che si tratta comunque di una tendenza generale, è difficile scendere nel dettaglio provinciale su periodi così lunghi".

4) Gennaio si è chiuso con temperature superiori alla media nel dettaglio quali sono i dati? E dal punto di vista delle precipitazioni?
"Per quanto riguarda gennaio 2021, si è chiuso sopra media di circa 1 grado rispetto al clima 1990-2019, mentre le precipitazioni sono risultate attorno alla media, con 44,8 mm registrati a fronte dei 48 mm di media". 

 

< Articolo precedente Articolo successivo >