Venerdì 26 Febbraio14:10:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il Comune di Santarcangelo aderisce all’anagrafe nazionale antifascista

Il sindaco Parma: "Riaffermazione dei valori democratici coerente con la storia della città"

Attualità Santarcangelo di Romagna | 13:59 - 03 Febbraio 2021 Alice Parma (sindaco di Santarcangelo) Alice Parma (sindaco di Santarcangelo).


Anche Santarcangelo aderisce all’anagrafe nazionale antifascista promossa dal Comune di Stazzema (Lucca), che ha lanciato l’iniziativa nel 2018. Lo ha deciso nei giorni scorsi la giunta, testimoniando così l’adesione dell’amministrazione comunale all'anagrafe antifascista, che, spiegano i promotori, "è una comunità virtuale di valori, aperta a tutti coloro che si riconoscono in una serie di principi enunciati sulla Carta di Stazzema", con l'obiettivo di  "prendersi un impegno per la democrazia e a sostegno dei valori della nostra costituzione". Nel dettaglio, spiega invece il sindaco Alice Parma, "abbiamo voluto aderire all’anagrafe nazionale antifascista per affermare una volta di più i valori democratici che contraddistinguono la storia di Santarcangelo, testimoniando al contempo la nostra vicinanza a una comunità tragicamente segnata dall’eccidio nazifascista del 12 agosto 1944 a Sant’Anna, costato la vita ad almeno 560 persone compresi più di cento bambini". Ancora il primo cittadino clementino: “A fine 2017 il consiglio comunale di Santarcangelo ha approvato un ordine del giorno a difesa dei valori e dei principi di democraticità della costituzione repubblicana, mentre ogni anno il comitato cittadino antifascista prosegue nel suo lavoro di valorizzazione delle ricorrenze istituzionali, organizzando iniziative che coinvolgono associazioni, enti, istituti culturali e scuole del territorio”.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >