Venerd́ 26 Febbraio13:18:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Mense di Coriano, l'amministrazione risponde ai genitori: "Mai lasciato indietro nessuno"

La protesta dopo aver fissato le cifre per i redditi Isee: solo 35 famiglie hanno costi ridotti

Attualità Coriano | 12:33 - 03 Febbraio 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.


L’amministrazione di Coriano rappresentata dal sindaco Domenica Spinelli e dall’assessore alle politiche socioeducative Beatrice Boschetti ha incontrato nella mattinata di lunedì 1 febbraio i genitori che avevano fatto richiesta di appuntamento al fine di confrontarsi sul tema della mensa delle scuole di Coriano. Per l’occasione gli amministratori sono stati affiancati dal responsabile dell’area Giammaria Muratori e dal tecnico che si occupa per il comune di questo servizio Milena Scola. Il gruppo che è stato ricevuto era composto da 4 persone in rappresentanza di 3 nuclei familiari. Come di consueto sono stati forniti tutti i chiarimenti richiesti  e naturalmente è stata rinnovata la disponibilità degli uffici ad affrontare singolarmente ogni problematica.

Si è sottolineato ed evidenziato come «il costo base del pasto non è distante da quanto viene pagato in altri Comuni che hanno una gestione e una qualità del servizio analoga. Ad esempio nel comune di Rimini il costo è di 6,92 euro contro i 7 euro di Coriano. I nostri pasti hanno ingredienti totalmente biologici, vengono effettuati controlli puntuali e costanti. È stata fatta una scelta green mediante utilizzo di stoviglie totalmente plastic free. Il confronto con altre realtà non può prescindere da un'attenta verifica sui modelli gestionali e qualità dei servizi oltre che dalla presenza  di eventuali piani di fasce di riduzione o esenzione».

Coriano ha una fascia di riduzione con il pasto a 3,50 euro destinato alle famiglie più in difficoltà che, come la legislazione prevede, deve essere certificato dalla fascia Isee alla quale la famiglia appartiene. Ha inoltre una fascia di esenzione totale per le famiglie più svantaggiate  Dei 247 bambini che usufruiscono del servizio mensa 35 usufruiscono dell’agevolazione di cui 10 della riduzione totale del costo.

Durante l’incontro l’assessore ha illustrato la proposta di una terza fascia di riduzione a cui gli uffici stanno lavorando, in vista della imminente uscita del nuovo bando, proprio per venire incontro a quelle famiglie che seppur in difficoltà, non raggiungono l’importo ISEE ora assegnato alla tariffa ridotta. «Il Comune interviene a calmierare il costo del servizio per un 35% del costo complessivo del servizio pari ad 255 mila euro. Saranno messi finanziamenti ulteriori a supporto di questa ulteriore fascia di agevolazione. Non abbiamo registrato un aumento degli insoluti rispetto agli scorsi anni che comunque sono purtroppo sempre stati consistenti ma che, nonostante questo increscioso problema, mai nessun bambino è rimasto senza il pasto».

Ultimo, ma non meno importante, si sono affrontate le problematiche sul nuovo portale e alle procedure per la prenotazione dei pasti e la gestione dei costi. Il nuovo sistema che permetterà di essere integrato con il PagoPA entrerà a breve a pieno regime con l’allineamento dei dati antecedenti, e permetterà un controllo istantaneo della posizione e un più fluido sistema di prenotazione a vantaggio delle famiglie e delle scuole. La fase di test è comunque stata prorogata fino a metà febbraio e gli uffici sono a disposizione tutti i giorni per aiutare le famiglie nell’utilizzo. Aggiunge la sindaca Domenica Spinelli: «A Coriano non abbiamo mai lasciato indietro nessuno e fino all'ultimo giorno del mio mandato continuerò a mettere in campo tutti gli strumenti necessari per dare le stesse possibilità a tutti. Prendiamo le distanze dall’ assistenzialismo cieco, che tanti danni sta creando al nostro Paese. Chi può faccia la propria parte anche a vantaggio di chi ha più bisogno. L’equità sociale si raggiunge quando le agevolazioni sono rispettose di tutti, solo così si può costruire una società solida e solidale, Coriano con il percorso virtuoso dell’utilizzo delle risorse sin dal 2012 lo è».
 

< Articolo precedente Articolo successivo >