Venerd́ 26 Febbraio19:04:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rubano auto e prendono una raffica di multe, ma le deve pagare proprietario 

Verbali per 900 euro, giudice pace di Rimini respinge ricorso 

Cronaca Rimini | 16:39 - 02 Febbraio 2021 Cruscotto auto, foto di repertorio Cruscotto auto, foto di repertorio.


Dopo il danno, il furto dell'auto, anche la beffa: le multe che dovrà pagare, per circa 900 euro, perchè i ladri, dopo avergli rubato la vettura, l'hanno utilizzata per andare a ballare a Rimini e Riccione, bruciando semafori e limiti di velocità sulla Statale 16 Adriatica. Protagonista della vicenda un 42enne del pesarese, che nell'estate 2019 aveva subito il furto della sua Honda Fr-v. I ladri furono protagonisti di un raid tra auto parcheggiate in una località del fanese: rompevano i finestrini per rubare soldi e oggetti, ma il 42enne aveva lasciato nel cruscotto le chiavi di scorta. Così si sono impossessati della vettura. Ed è stato questo l'elemento che ha spinto il giudice di pace di Rimini a respingere il ricorso presentato dal derubato contro i verbali firmati dagli agenti della Polizia Municipale: il proprietario risponde in solido di multe o altro causate dal ladro, se l'auto non è stata protetta bene per evitare il furto. L'avvocato del 42enne, Riccarda Grandoni, presenterà ricorso in appello. La Polizia Municipale di Pesaro aveva invece annullato due verbali per 270 euro, cosa non fatta dal comando dei colleghi riminesi. 

 

< Articolo precedente Articolo successivo >