Marted́ 02 Marzo06:25:14
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio, Ricchiuti: 'A Correggio per il colpo grosso. Ci vuole coraggio'

Il tecnico: "E' possibile che cambi qualcosa". E' la prima di due trasferte di fila

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 13:09 - 02 Febbraio 2021 Adrian Ricchiuti in conferenza stampa oggi (martedì 2 febbraio) Adrian Ricchiuti in conferenza stampa oggi (martedì 2 febbraio).

Dopo il successo sul Progresso ecco mercoledì la trasferta di Correggio, seconda partita per mister Adrian Ricchiuti. Si gioca alle ore 14,30 con diretta facebook del club. Disponibile Sambou, ancora assenti Lugnan, Capicchioni, Canalicchio, Grumo. Sambou ha recuperato, ma il suo rientro è rinviato. Sono 21 i convocati: mancano tra gli altri Diop, in partenza, e Simoncelli, mentre c'è Gigli, che ha scontato la squalifica. La squadra partirà per Correggio meroledì mattina.

Adrian Ricchiuti ritorna sulla partita del Romeo Neri: “La cosa importante è aver portato il risultato a casa, soprattutto per il morale dei ragazzi dopo la turbolenza dei giorni precedenti. Sappiamo che dobbiamo migliorare, ma la cosa importate è aver conquistato i tre punti, una iniezione di fiducia e di autostima”.
Ora bisogna ripetersi.
“E' così, siamo indietro in classifica, dobbiamo fare bottino pieno nelle prossime due trasferte per colmare il gap dalla prima altrimenti diventa duro il nostro compito. Comunque ora concentriamoci sulla Correggese, poi penseremo al Ghivizzano. In questi due giorni abbiamo lavorato bene, adesso vediamo il riscontro del campo".

La Correggese si annuncia come un osso duro...
“E' una squadra ottima, sa facendo bene soprattutto in casa. Ha giocatori che ci possono creare difficoltà, ma anche la Correggese deve stare in guardia dal Rimini. Siamo lontani dalle zone alte della classifica e dobbiamo fare punti. I ragazzi li ho visti bene, su di morale”.
Cambierà qualcosa dal punto di vista tattico?
“No, anche se ho le mie idee. Abbiamo due partite in quattro giorni, rischio di mettere confusione ai ragazzi. Intanto lavoriamo molto sulla testa dei giocatori che per me sono i migliori del mondo”.
Ci sarà turn over?
“Vediamo, è possibile. Spero di dare la possibilità a tutti per fare valutazioni più approfondite”.
Cosa vorresti vedere di diverso rispetto alla partita di domenica?
“Mi piacerebbe che la squadra avesse un po' più d coraggio nelle giocate, anche a costo di sbagliare. E' questa la bellezza del calcio".
Scotti sarà ancora in panchina?
“Ciccio, è il mio capitano anche fuori dal campo, con lui ho un rapporto che va al di là del calcio. Mi sta dando una grande mano. Lui sa quello che penso di lui, quanto bene vuole al Rimini. Ogni componente di questa squadra domenica ha esultato come fosse la finale di coppa del mondo, in uno spogliatoio spaccato non si sarebbe esultato”.

ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >