Martedė 07 Dicembre14:39:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket B, RivieraBanca ospita Alba: Simoncelli e Rinaldi ancora indisponibili

Coach Bernardi: 'Voglio vedere la stessa squadra che ha vinto a Cesena: così regaliamo emozioni'

Sport Rimini | 17:32 - 30 Gennaio 2021 Coach Massimo Bernardi durante un time out (Foto Nicola De Luigi) Coach Massimo Bernardi durante un time out (Foto Nicola De Luigi).

Ancora senza capitan Rinaldi e Simoncelli, RivieraBanca affronta al Flamino l'Olimpo Basket Alba (4 punti in classifica) nella seconda giornata del girone di ritorno.

Coach Massimo Bernardi, dopo la bellissima vittoria nel derby contro Cesena ed al netto delle assenze, che settimana di lavoro è stata per la squadra?
"E' una situazione di grande emergenza, purtroppo nè Simoncelli nè Rinaldi saranno della partita e non si sono allenati durante questa settimana. Stiamo affrontando questo momento con grande senso di responsabilità ed impegno, i ragazzi stanno lavorando molto bene però siamo sempre corti: abbiamo otto giocatori di cui Moffa, Ambrosin, Rossi e Mladenov sono ragazzi tra i 19-20 anni. Siamo consapevoli del fatto che domani sarà un'altra battaglia, un'altra impresa oltre l'immaginabile perchè Alba è una squadra seria che s'è rinforzata sul mercato con un giocatore molto forte fisicamente e tecnicamente come Hadzic: tutti dovranno dare un 10% in più."

Rispetto alla gara d'andata che aveva visto Rimini protagonista, cosa dobbiamo aspettarci?
"La partita d'andata è stata una partita giocata molto bene: abbiamo messo subito in chiaro le cose riuscendo ad avere grandissima profondità dentro l'area con Rinaldi e segnando con grandi percentuali da tre punti. Sappiamo bene però che domani non sarà la stessa partita, siamo pronti a soffrire in campo: soltanto dalla sofferenza vengono fuori uomini veri e squadre vere."
Nella sfida contro Cesena la squadra è riuscita a sopperire alle assenze grazie a tutti i suoi effettivi. Qual è stata la cosa che ti ha maggiormente soddisfatto?

"Quando i giovani giocano bene sono sempre molto felice. Moffa e Mladenov anche se hanno 20 anni li consideriamo ormai dei giocatori veri a tutti gli effetti, Ambrosin e Rossi sono stati fantastici ma questa ormai è storia, dobbiamo pensare a domani. Sono contento di aver visto una squadra vera che non si scompone mai e reagisce sempre: siamo uniti e coesi per raggiungere il risultato. Voglio vedere la stessa cosa domani, questo è quello che fa maggiormente emozionare i nostri tifosi a cui va un pensiero e la speranza che si divertano a vedere la partita."

 
 

< Articolo precedente Articolo successivo >