Sabato 06 Marzo02:41:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione: Ospedale Ceccarini, in arrivo il nuovo Primario per Anestesia e Rianimazione

Tosi: "Con la direzione generale dell'Ausl collaborazione eccezionale. In cantiere progetti importanti per la nostra sanità" 

Attualità Riccione | 14:02 - 29 Gennaio 2021 Ingresso Ospedale "Ceccarini" Ingresso Ospedale "Ceccarini".


Novità in vista per l'ospedale Ceccarini di Riccione, che finalmente vedrà coperto il posto di primario di Anestesia e Rianimazione. Una richiesta dell'amministrazione comunale di Riccione accolta dall'Ausl e infine dalla regione.  Entro febbraio si procederà così al conferimento dell'incarico temporaneo in attesa del concorso che avverrà entro il 2021.

Il direttore generale Tiziano Carradori, intervenuto a dicembre ad un incontro al palazzo del Turismo di Riccione, organizzato dall'amministrazione Tosi, con la partecipazione di tutti gli altri sindaci del distretto, aveva assicurato tempestivi concorsi per la copertura dei posti di primario. In quell'occasione, si era anche ventilata per una Cardiologia a Riccione come supporto alla chirurgia.

"Un ordine del giorno, votato da tutto il Consiglio comunale di Riccione - dichiara il sindaco Renata Tosi -, ha impegnato personalmente il sindaco a mantenere alto il livello di guardia della politica nei confronti dell'Ospedale Ceccarini, con impegno ad estenderlo a tutti i Consigli comunali delle aree limitrofe, al fine di intraprendere ogni azione e vigilare in ogni sede sui processi di riorganizzazione".

In tempi di emergenza Covid, evidenzia il sindaco, "non possiamo permetterci di perdere la sfida sulla sanità e sulla nostra salute. Questo vuol dire investimenti su personale qualificato, investimenti per la strumentazione, investimenti in specializzazioni". Soddisfatto il primo cittadino della Perla Verde per la collaborazione con i vertici dell'Ausl: "una veduta d'intenti eccezionale", spiega, ringraziando pubblicamente "il direttore generale Carradori col quale condividiamo tanti progetti importanti per il futuro del nostro Ospedale".    


 

< Articolo precedente Articolo successivo >