Domenica 24 Ottobre01:21:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

No allo sfratto della Fondazione Cetacea di Riccione: l'appello in regione

Interrogazione di Silvia Zamboni di Europa Verde

Attualità Riccione | 16:51 - 26 Gennaio 2021 Silvia Zamboni Silvia Zamboni.


La Giunta intervenga per evitare lo sfratto e l’impossibilità di lavorare della Fondazione Cetacea, a Riccione, nel riminese. E’ la richiesta, contenuta a una interrogazione in Commissione, avanzata dalla consigliera Silvia Zamboni, di Europa Verde. L’intervento della Regione “d’intesa con il Comune di Riccione e la Fondazione”, afferma la capogruppo, dovrebbe “risolvere nel più breve tempo possibile questa situazione d’impasse nonché paradossale che vede una storica e prestigiosa organizzazione senza scopo di lucro, fiore all’occhiello della Regione e del nostro Paese, sfrattata e impedita a svolgere le proprie attività, che, ricordiamo, sono dedicate allo studio e alla tutela dell’ecosistema marino della nostra regione e al recupero e cura di tartarughe marine spiaggiate e ferite”.

Silvia Zamboni spiega che la Fondazione gestisce il Centro di recupero delle tartarughe marine, a Riccione, all’interno delle ex colonie Bertazzoni. Il Centro è uno dei principali riferimenti per la nostra regione e le Marche “e fra i più importanti e attivi nel nostro Paese, segnatamente per l’Adriatico. Nel Centro- scrive la consigliera di Europa Verde- sono state curate e restituite al mare oltre 500 tartarughe marine, con un incremento notevole negli ultimi anni. La Fondazione (riconosciuta dalla Regione come Centro di educazione ambientale) interviene anche su tutte le tartarughe spiaggiate già morte per raccogliere dati in merito alla salute del nostro mare”. Il 20 gennaio, però, il Comune di Riccione con un’ordinanza “ha deciso lo sgombero immediato dell’ex colonia Bertazzoni nonché il divieto di accesso di persone all’intero immobile e di transito pedonale e con qualsiasi mezzo sull’area di pertinenza”, compresi quindi gli operatori del Centro.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >