Venerd́ 26 Febbraio04:34:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio D, il Rimini recupera col Mezzolara: vietato sbagliare. Gomis e Gigli ci sono. Ecco Adorni

Il tecnico: 'Se siamo quelli degli ultimi 20 minuti di Bagnolo rischiamo grosso'. Arlotti subito in campo?

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 13:14 - 26 Gennaio 2021 Federico Adorni posa con la nuova maglia: vestirà la n.22 Federico Adorni posa con la nuova maglia: vestirà la n.22.

Il Rimini di nuovo in campo: mercoledì a Budrio, nella tana del Mezzolara nel recupero della settima di campionato. La squadra di Togni ha tre punti in più dei biancorossi (21 contro 18, con una partita in più) ed è reduce dasl colpaccio in casa del Seravezza (1-2). Con un distacco di 12 lunghezze dalla capolista Aglianese – ma con due gare in meno – si tratta di un altro crocevia importante se non decisivo per il futuro della formazione biancorossa in ottica promozione. Tra questa partita e la prossima in casa contro il Progresso è indispensabile fare bottino pieno o almeno quattro punti per cercare di ridurre il gap dalla prima.
La lista degli indisponibili comprende ancora Canalicchio, Lugnan, Grumo, Sambou, Capicchioni. Dovrebbe essere disponibile Pupeschi. Ci saranno Gomis a centrocampo e Gigli in difesa (i provvedimenti del giudice sportivo arriveranno per il prossimo turno. Salteranno il match co,l Progresso) per cui la formazione dovrebbe essere la stessa di Bagnolo. L'unico avvicendamento potrebbe essere in attacco: Arlotti (schierato da over) per Casolla.
Il dopo Bagnolo Il tecnico Alessandro Mastronicola è ancora arrabbiato. “Avremmo dovuto portare a casa i tre punti, ma se le ingenuità e la disattenzione la fanno da padrone rispetto alla determinazione, la gara resta in bilico e può succedere quello che è successo. Ad una squadra come la nostra queste cose invece non devono capitare. Avevamo la gara in pugno, avremmo dovuta chiuderla, quanto meno gestirla meglio. Abbiamo avuto le palla giuste per raddoppiare ma non le abbiamo sfruttate. Questo non è avvenuto per egoismo, sufficienza e superficialità. Se le gare non le chiudi spesso non le porti a casa. Se pensiamo di affrontare il Mezzolara come abbiamo affrontato gli ultimi 20 minuti con la Bagnolese è meglio non andare perché è di tutt’altra caratura la squadra di Togni: ha fisicità, temperamento, esperienza”.
Farà un po' di turn over per far rifiatare qualcuno?
“Anche se ci fosse un po' di stanchezza, le energie nervose sono tali da farla passare in secondo piano dopo una sconfitta di questo tipo”.

IL NUOVO PORTIERE Federico Adorni, classe 2000, alto 1,87, è scuola Parma. Dopo il fallimento del club si è svincolato ed è stato per due stagioni alla Roma (due campionati Allievi), poi è tornato al Parma in Primavera per giocare poi al Delta Rovigo (15 presenze) e Mantova (16) lo scorso anno quando il club è stato promosso in serie C. Ultima esperienza al Seregno nella prima parte di stagione. Avrà la maglia numero 22.

Contento di questo trasferimento?
“Ho ricevuto un’accoglienza fantastica, mi ritengo molto fortunato ad essere qui, in una società che con questa categoria non c'entra nulla. Essendo stato a Mantova l’anno scorso, sono arrivato in una società ugualmente importante, forse ancora di più”.

Quali sono i suoi punti di forza e su cosa invece deve migliorare?
“Sono un portiere che fa della reattività il suo punto forte. Sto lavorando durante sulle palle alte per avvicinarmi al più possibile al portiere moderno che deve giocare anche coi piedi”.
Cosa si aspetta da questa avventura in biancorosso? Arriva col ruolo di vice Scotti...
“L’obiettivo è di farmi trovare pronto quando sarò chiamato in causa.  Ho tanto da imparare da Ciccio Scotti, che ha una lunga carriera alle spalle, e dal preparatore Fabio Finucci, molto preparato”.

RECUPERI MERCOLEDI’ 27 Si giocano: Corticella-Seravezza (6ª giornata), Correggese-Prato (6ª giornata), Mezzolara-Rimini (7ª giornata), Progresso-Forlì (8ª giornata).

Stefano Ferri

ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >