Giovedý 04 Marzo16:44:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio, il campionato sammarinese riprenderà a febbraio. In Italia? La LND al lavoro sull'Eccellenza

Intanto le squadre stanno ritoccando gli organici con giocatori provenienti da club dilettantistici

Sport Repubblica San Marino | 19:05 - 25 Gennaio 2021 Calcio, il campionato sammarinese riprenderà a febbraio. In Italia? La LND al lavoro sull'Eccellenza

Il campionato sammarinese di calcio riprenderà a febbraio. Lo ha assicurato il  Segretario di Stato allo Sport Teodoro Lonfernini in una intervista all’emittenne di Stato della Repubblica del Titano.  Già dalla prossima settimana le squadre potranno tornare ad allenarsi seguendo tutte le regole previste dal protocollo sanitario. Le partite si giocheranno a porte chiuse e saranno previsti tamponi per tutti i tesserati.
Le ultime partite si sono giocate il 26 di ottobre e poi lo stop. Servirà sicuramente un nuovo format perché ogni federazione deve comunicare alla Uefa, entro il 31 maggio, i nomi delle squadre partecipanti alle Coppe Europee. 
L’ipotesi che sembra più accreditata e la chiusura del girone di andata rimasto in sospeso (mancano nove partite) e poi disputa dei i playoff su partita secca. Cambierà il volto delle squadre: quasi tutte sono intervenute sul mercato per rafforzarsi ingaggiando giocatori che provengono dai campionati italiani di serie D, Eccellenza e Promozione. Sembra così scongiurato un danno economico di circa 900mila euro per la mancata partecipazione alla Coppe Europee

LA SITUAZIONE IN ITALIA  E in Italia? L’Eccellenza potrebbe ripartire. “La ripresa dell’Eccellenza sarebbe un fatto positivo. Per questo, da diversi giorni, tutti i Comitati Regionali sono stati chiamati dalla LND ad elaborare le proposte di svolgimento e conclusione del massimo campionato regionale - ha confermato il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Cosimo Sibilia, in ordine alla prospettiva di veder inserita anche l’Eccellenza tra le competizioni di interesse nazionale - Come LND realizzeremo una sintesi al prossimo Consiglio Direttivo, in programma il 5 febbraio. In ogni caso, se ci sarà il via libera da parte delle autorità competenti ci faremo trovare pronti. Bisogna però chiarire bene l’impegno economico, perché quando si parla di tamponi e test chi sarà in grado di sostenere questi costi? Le società sono allo stremo e la LND senza attività non ha risorse da mettere sul piatto. Mentre assistiamo a nuovi annunci di contributi alle società sportive dilettantistiche da parte del Governo: sarà davvero la volta buona?”.

< Articolo precedente Articolo successivo >