Sabato 06 Marzo15:40:49
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket, è morto Dado Lombardi: allenò l'Hamby Rimini nella stagione 86-87

In quel maledetto campionato fu retrocessione in A2. Fu un grande giocatore, da tecnico tante le promozioni

Sport Rimini | 19:38 - 22 Gennaio 2021 Dado Lombardi Dado Lombardi.

E’ morto Gianfranco Dado Lombardi, un personaggio – prima da giocatore (soprattutto in Nazionale e con la Virtus Bologna) e poi da tecnico – che ha scritto la storia del basket italiano.  Avrebbe compiuto ottant’anni a marzo. Abitava a Cocquio Trevisago, in provincia di Varese.

Tra gli altri club di cui è stato allenatore, anche il Basket Rimini nella stagione 1986-1987 allora targato Hamby, una delle peggiori di sempre: 4 partite vinte e 26 perse lo score. E pensare che i programmi erano ambiziosi dopo il ciclo esaltante della Marr di Piero Pasini. Era la squadra di Ricci e Polynice, di Silvester e Lamp, Benatti che si infortunò: un ko che complicò non molto il cammino.

Ha guidato alla promozione nella massima serie Trieste nel 1980 e 1982, Reggio Emilia nel 1984, Siena nel 1991 e Cantù nel 1996. Un altro salto dalla B con Verona. Era un tecnico dalla spiccata vocazione difensiva, ma dotato anche di un grande carisma, è entrato a far parte della Hall of Fame italiana nel 2006, all’atto della sua fondazione, insieme a Francesco Percuoco, Dino Meneghin, Sandro Riminucci, Paolo Vittori e Cesare Rubini.

Nel suo ruolino di giocatore – era un formidabile tiratore - ci sono state tre Olimpiadi (tra cui Roma '60), due Europei, due Mondiali e la vittoria ai Giochi del Mediterraneo di Napoli nel 1963. In azzurro disputò 113 partite con 1408 punti realizzati. E' risultato per due stagioni il miglior marcatore nel 1963-64 e nel 1966-67, segnando rispettivamente 594 e 552 punti con la Virtus Bologna.

< Articolo precedente Articolo successivo >