Sabato 27 Febbraio07:03:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Imprese: Camera Commercio Romagna; nel 2020 calo 411 unità 

Nelle due province di Rimini e Forlì-Cesena. In aumento le imprese nelle Attività immobiliari

Attualità Rimini | 14:41 - 21 Gennaio 2021 I dati del 2020 Focus provincia di Rimini I dati del 2020 Focus provincia di Rimini.

Secondo i dati Infocamere-Movimprese elaborati dalla Camera di commercio della Romagna, al 31 dicembre 2020 nel territorio delle province di Forlì-Cesena e Rimini si contano 81.070 imprese registrate, di cui 70.431 attive. L'imprenditorialità si conferma diffusa: 96 imprese attive ogni 1.000 abitanti (89 imprese a livello regionale e 86 a livello nazionale). Nel corso dell'intero 2020, nelle due province, si sono verificate 3.876 iscrizioni e 4.287 cancellazioni, per un saldo negativo di 411 unità (nel 2019 fu pari a -330 unità); il tasso di crescita annuale delle imprese registrate risulta pertanto pari a -0,50%, in linea con quello regionale (-0,49%) e inferiore a quello nazionale (+0,32%). Per quel che riguarda i settori economici, i principali risultano, nell'ordine: commercio (23,5% sul totale delle imprese attive), in calo dello 0,5%, costruzioni (14,8%), in aumento dello 0,3%, Agricoltura (12,4%), in flessione dell'1,6%, alloggio e ristorazione (10,5%) in diminuzione dell'1,1%, l'industria manifatturiera (8,5% la sua incidenza) è in flessione (-1,9%), mentre le attività immobiliari (8,0%) si confermano in aumento (+1,6%). "I dati raccolti alla fine del 2020 confermano le note e grandissime difficoltà e parimenti confermano tutto lo sforzo del nostro sistema imprenditoriale nel 'resistere'. Le imprese stanno affrontando quotidianamente grandi difficoltà su tutti i fronti - commenta Alberto Zambianchi, presidente della Camera di commercio della Romagna - e l'insieme di queste difficoltà, purtroppo, in parecchi casi, mette in discussione la prosecuzione dell'attività imprenditoriale Di cruciale rilevanza sarà l'efficacia delle misure di sostegno alle imprese e dei progetti di ripresa, risorse che saranno disponibili e che potrebbero anche cambiare il futuro dei nostri territori, innalzandone le potenzialità competitive".

 

< Articolo precedente Articolo successivo >