Giovedý 25 Febbraio09:10:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Crisi palestre e piscine, Cna: "Ristori regionali non bastano, servono misure più incisive"

"Servono ristori, voucher e fiscalità per sostenere la ripartenza"

Attualità Rimini | 14:36 - 19 Gennaio 2021 Massimo Ricci presidente CNA Benessere e Sanità Massimo Ricci presidente CNA Benessere e Sanità.


Cna Rimini chiede interventi a sostegno di palestre, piscine pubbliche e private, centri sportivi, duramente colpiti dalle conseguenze economiche della pandemia da nuovo coronavirus. Misure che possano permettere a queste attività di ripartire non appena avranno il via libera dal governo. Massimo Ricci, presidente Cna Benessere e Sanità, evidenzia che i ristori previsti dalla regione Emilia Romagna non saranno sufficienti per il sostegno di vere e proprie realtà imprenditoriali, anche se spesso di piccole dimensioni, "di vitale importanza per la comunità" e che esse meritino "sostegni diretti ed indiretti" attraverso contributi e voucher. Inoltre, aggiunge Ricci, "sarebbe di aiuto anche una revisione della detraibilità fiscale, non solo parziale e per i minori ma più estensiva, almeno per il periodo limitato 2021-2022".  

 

< Articolo precedente Articolo successivo >