Mercoledì 03 Marzo03:46:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Garden Sporting Center in difficoltà per il Covid, genitori aprono una raccolta fondi

L'emergenza ha messo in difficoltà la struttura sportiva, i genitori hanno lanciato l’iniziativa "Salviamo il futuro dello sport giovanile"

Attualità Rimini | 11:48 - 18 Gennaio 2021 Panoramica del Garden di Rimini Panoramica del Garden di Rimini.

In un momento così complicato cosa si può fare per salvare il futuro dei nostri figli? Si sono fatti questa domanda 30 genitori di ragazzi/e che frequentano le attività sportive del Garden e dalla risposta ne è nata un’idea davvero originale: lanciare una raccolta fondi per salvare lo sport giovanile della Polisportiva.

Preoccupati dalla situazione dei centri sportivi sempre più sull’orlo del baratro dopo mesi lockdown e con la riapertura rinviata almeno al 5 marzo, i genitori guardano con timore ai prossimi mesi di realtà come la Polisportiva Garden che conta più di 2.500 iscritti under 18 nelle diverse attività, dal nuoto al calcio, passando per beach tennis, karate, danza, basket, fitness.

Dove andrebbero a finire tutti i giovani? Probabilmente in strada, o comunque lontani da attività che possono garantirgli un futuro di salute e benessere.

Marco Bezzi, Silvana Serafini, Sabrina Moroncelli, Valeria Fabbri, Antonella Pavirani e altri 25 genitori hanno allora lanciato l’iniziativa “Salviamo il futuro dello sport giovanile – Aiutiamo il Garden e i suoi istruttori”, una raccolta fondi rivolta a tutti gli iscritti della Polisportiva e alla cittadinanza in generale, perché in gioco non c’è solo il futuro di realtà come il Garden, ma quello dei tanti ragazzi che potrebbero subire in modo devastante gli effetti della pandemia e dell’impossibilità di praticare attività sportiva.

Come si può aderire? Bezzi e gli altri non vogliono imporre cifre: “Ognuno può devolvere un contributo volontario, anche 5 o 10 euro vanno bene – commenta uno dei promotori della raccolta - l’importante è fare squadra come insegna lo sport; più saremo più raccoglieremo e potremo garantire un futuro al Garden, ai suoi splendidi istruttori e a tutti i nostri figli. Non dimentichiamo che la Polisportiva non riceve alcun contributo pubblico, anche in questi mesi sta sostenendo spese esorbitanti per gli allenamenti degli agonisti e per far fronte ai costi fissi; noi vogliamo aiutarli e mettere il futuro dei nostri ragazzi al sicuro”.

La Polisportiva di via Euterpe non può che accogliere favorevolmente questa iniziativa come commenta il Presidente Ermanno Pasini: “Quando mi ha chiamato Bezzi mi sono emozionato, questa iniziativa dimostra che ci sono genitori che apprezzano quanto fatto in questi anni per i giovani e non solo. Nonostante le difficoltà dovute alla prolungata chiusura stiamo facendo il Garden più bello, funzionale e sicuro, pronto per una grande ripartenza. I cosiddetti ristori statali sono ben poca cosa, stiamo andando avanti con le nostre forze e l'aiuto delle banche che credono in noi – prosegue Pasini – dunque un contributo, qualunque sia l’importo è manna dal cielo ed è ben accetto; aiuterà a garantire un futuro a noi e ai nostri 110 collaboratori a cui va un pensiero ed un ringraziamento in questo momento così difficile, aiutati poco e male”.

Per partecipare alla raccolta fondi, che partirà da lunedì 18 gennaio, si potrà effettuare un bonifico all’iban  IT 31 E08995 24210 006003384458 con al causale #iosalvolosport o direttamente in sede al Garden dal lunedì al venerdì  dalle 14.30 alle 19.00.

< Articolo precedente Articolo successivo >