Mercoledý 03 Marzo09:39:28
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coppie omogenitoriali, esultano i Papà per scelta: nessuno dei due dovrà chiamarsi "mamma"

La bella notizia: "Potremo accedere ai servizi senza che uno si dichiari madre"

Attualità Rimini | 08:21 - 15 Gennaio 2021 Foto della famiglia dei "Papà per scelta" dalla pagina Facebook Foto della famiglia dei "Papà per scelta" dalla pagina Facebook.


I due blogger riminesi e "Papà per scelta" Christian De Florio e Carlo Tumino, genitori di due gemelli di tre anni nati negli Usa con la gestazione per altri, esultano per la sparizione dai moduli per la carta d'identità elettronica delle diciture "padre" e "madre": «potremo accedere ai servizi che ci spettano in qualità di "genitori" e non più con la dicitura di genere». L'annuncio è stato dato anche tramite i loro canali social, seguiti ogni giorno da migliaia di persone.

I due padri vogliono rassicurare su Facebook coloro che temono un attacco alla famiglia tradizionale: «Nessuno vi toglierà il diritto di essere madri e padri. L'unica modifica sostanziale è che ogni 5 anni, quando scade la carta d'identità dei vostri figli, dovrete firmare accanto alla dicitura "genitore" per rinnovare il documento. In questo modo noi potremmo accedere ai servizi che ci spettano senza ogni volta dover spiegare che no, i nostri figli non hanno la Carta d'indentità elettronica perché qualcuno ha deciso che in casa nostra uno dei due debba per forza dichiararsi "madre"». A riportare la notizia è Repubblica Bologna.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >