Mercoledė 20 Gennaio05:23:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

"Bellariva alla mercé di spaccio, prostitute e degrado": nasce associazione per il rilancio della zona

L'associazione Parco Murri vuole rilanciare la zona dal punto di vista turistico: "Ma serve più sicurezza"

Attualità Rimini | 13:43 - 13 Gennaio 2021 Il direttivo dell'associazione Parco Murri Il direttivo dell'associazione Parco Murri.


Nasce a Rimini l'associazione di promozione sociale "Parco Murri". Il presidente è Daniela Baietta, il vicepresidente Corrado Zucchi, mentre fanno parte del direttivo i consiglieri Michela Orlandi, Fabrizio Botteghi e Giancarlo Toni. Inoltre Carla Ghigi ha assunto il ruolo del tesoriere e Raffaella Rinaldi quello di segretaria.  L'associazione, nata dalla decisione di una ventina di cittadini, nasce per il rilancio della zona di Bellariva, soprattutto dal punto di vista turistico, per interfacciarsi in maniera efficace con le istituzioni e per denunciare con forza problemi di degrado e di sicurezza: bivacco, spaccio, prostituzione, furti. "Spacciatori, prostitute, bande di nordafricani e di africani la facevano da padroni a tutte le ore del giorno e della notte, la scorsa estate", denuncia il direttivo. "Il clou della stagione ha visto giorno e notte sulla passeggiata accoltellamenti, risse, vetri rotti, lanci di bottiglie, regolamento di conti, atti di violenza da parte di persone incuranti del rispetto della legge e del passeggio dei turisti, delle famiglie e bambini che ormai non hanno più il coraggio di uscire dagli alberghi per paura di quello che di brutto può succedere", proseguono in una nota.

LA PRIMA ATTIVITA' Per prima cosa l'associazione ha provveduto alla pulizia del Parco Murri, raccogliendo "diversi quintali di rifiuti pericolosi e non, una quantità immane di preservativi lasciati da prostitute e viados che impunemente esercitano la loro attività in questi spazi pubblici", provvedendo inoltre al taglio delle sterpaglie e al ripristino della recinzione.  "L’associazione si è impegnata nel garantire che l’area rimanga pulita, la rete resti intatta e nessuno possa più usare quest’area come dormitorio, discarica e latrina a cielo aperto". 

IL RILANCIO DEL PARCO L'amministrazione comunale di Rimini ha provveduto all'installazione di nuovi luci a led e intende rilanciare il Parco Murri, avviando un vero e proprio processo di riqualificazione. Soddisfatta l'associazione: "Auspichiamo un parco pulito, controllato, vissuto dai cittadini, da ragazzi e bambini oltre che dai turisti nel periodo estivo.  Un’area verde di quasi 100.000 mq potrebbe essere il volano per un turismo sostenibile e sportivo in questa zona che ha tutte le caratteristiche per essere tra le più vivibili della costa". L'associazione presenterà la comune un progetto per il posizionamento di altri giochi per i bambini e l'implementazione di attrezzi ginnici, sul modello di Rivazzurra e Marina Centro, e per l'installazione di dehors da parte dei ristoratori.