Lunedý 25 Gennaio20:05:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio, il riminese Stefano Argilli sulla panchina del Siena al posto di Gilardino

E' il responsabile del settore giovanile del club di cui da giocatore è stato una bandiera: ritirata la sua maglia

Sport Rimini | 14:58 - 12 Gennaio 2021 Stefano Argilli (Foto Radio Siena TV) Stefano Argilli (Foto Radio Siena TV).


 

E' il riminese purosangue Stefano Argilli il sostituto pro tempore sulla panchina del Siena di Alberto Gilardino dopo il divorzio consensuale. Argilli, 48 anni (è nato il 5 gennaiom del 1973) sarà affiancato da Gill Voria, altro ex calciatore del Siena e attuale tecnico delle giovanili bianconere. Argilli resterà in carica fino a fine mese fin quando la proprietà non avrà definoto il nuovo mister. Argilli è una bandiera del club bianconero dove ha militato dal 1996 al 2005 partecipando alla scalata dalla Serie C alla Serie A. Per questo motivo, in suo onore, per la prima volta nella storia del club, il Siena ha ritirato la maglia numero 8. Attualmente è il responsabile del settore giovanile del club toscano. Per oltre sei anni ha guidato le formazioni Allievi e Under 15.

Argilli è cresciuto nel settore giovanile del Rimini. Dopo cinque stagioni in serie C2 – dal 1991- al 1996 – con con 94 presenze e due gol gioca per dieci anni nel Siena passando dalla C1 alla A vincendo i campionati di C1 nel 1990-2000 e di serie B nel 2002-2003. Un giocatore eclettico, ora difensore esterno, poi centrale e centrocampista. Con la maglia del Siena complessivamente ha disputato 48 gare e 4 gol in Serie A, 109 e 4 gol in Serie B e 148 e 6 di playoff con 5 reti in Serie C.

Successivamente ha militato con Modena, Livoerno, Frosinone, Cremonese e da ultimo il Monteriggioni. Nell'estate del 2010 diventa allenatore degli Allievi Nazionali del Poggibonsi. Dalla stagione 2013-14 ricopre il ruolo di vice allenatore del Poggibonsi nel campionato di Seconda Divisione Lega Pro. Poi il ritortno al Siena


 

“Non abbiamo scelto Argilli come ultima spiaggia – spiega il presidente bianconero Roman Gevorkyan – ma per le capacità sempre dimostrate. Il ruolo è temporaneo ma non escludo niente per il futuro. Tutti crediamo nel suo lavoro. Per il futuro abbiamo varie opzioni, non abbiamo ancora scelto - precisa il Patron - decideremo nelle prossime settimane. Consideriamo mister sia italiani sia stranieri, non cerchiamo un allenatore solo per finire la stagione, ma su cui investire oltre la categoria”.

“Ho dato la mia disponibilità e ho detto che sono all’altezza della situazione. Ho chiesto alla società di definire bene la situazione. E' un impegno temporaneo ma autonomo.  ha detto da parte sua Stefano Argilli - E' chiaro, il contatto con la società c’è ma l’autonomia per me è fondamentale nella scelta delle conduzione tecnica, della formazione, del modulo, la conduzione a 360 gradi della squadra. Io ho un unico pensiero, che è la partita di sabato così vicina e delicata vista la situazione, non mi posso far distrarre da altri pensieri” .

< Articolo precedente Articolo successivo >