Marted́ 26 Gennaio08:52:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La videocamera li riprende mentre rubano al supermercato: il giudice li assolve

Gli imputati erano due rumeni e una donna ucraina accusati di furto

Attualità Rimini | 08:26 - 11 Gennaio 2021 L'entrata del tribunale di Rimini L'entrata del tribunale di Rimini.


Sono stati assolti con formula piena dall'accusa di furto in concorso due uomini rumeni di 40 e 43 anni, e una donna ucraina di 52, domiciliati tra Rimini e Cattolica, in relazione a dei furti avvenuti nel marzo 2017 al supermercato Rio Agina di Misano Adriatico. Tra il 6 e l'8 marzo, nel supermercato, si erano infatti verificati degli ammanchi di merce: dalle immagini delle telecamere, visionate dai due soci, era emerso che un gruppo di persone aveva prelevato i generi alimentari dagli scaffali, nascondendoli nelle buste, poi grazie a un complice era uscito dalla porta di ingresso. Questo perché il complice, che fungeva anche da palo, aveva fatto avviare dall'esterno la fotocellula, permettendo l'apertura della porta. Una settimana dopo i fatti, i tre imputati era tornati al supermercato e il personale, riconoscendo in loro alcuni componenti del gruppo responsabile dei furti, avvisarono i Carabinieri. Gli imputati erano difesi dall'avvocato Mirko Damasco (il 43enne e la 52enne) e da Antonella Calvano (il rumeno più giovane), che hanno evidenziato l'assenza di prove sulla colpevolezza dei tre. L'unica certezza - ricostruita in aula - è che i tre fossero usciti con le borse piene di spesa. La pubblica accusa aveva chiesto per tutti un anno di reclusione e 900 euro di multa.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >