Giovedý 28 Gennaio01:01:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini- Fiorenzuola 2-0, mister Mastronicola: 'Ho sempre avuto fiducia di ritornare in alto'

'Il Fiorenzuola ha dimostrato il suo valore, ma noi l'abbiamo contrastato con efficacia. A Prato con fiducia'

Sport Rimini | 18:25 - 06 Gennaio 2021 Alessandro Mastronicola (in gallery Luca Tabbiani) Alessandro Mastronicola (in gallery Luca Tabbiani).

Terza vittoria di fila a spese del Fiorenzuola e il Rimini si ritrova a cinque punti dalla leader Aglianese (22), affiancato a Lentigione e Fiorenzuola (17). Uno scenario inatteso solo un mese fa quando la squadra di Mastronicola era a - 7 dall’Aglianese ma soprattutto aveva più squadre davanti. Tra l'altro senza Pupeschi e Gigli, ammalatosi nella notte tra sabato e domenica, il tecnico ha schierato una difesa inedita con due under.

Il tecnico commenta: “Siamo riusciti a sbloccare  la partita subito: sono stati bravi i ragazzi a crearsi l’occasione e Ambrosini a finalizzarla con un numero del suo repertorio che spesso in prova in allenamento. Ci siamo trovati di fronte la squadre che ci aspettavamo: organizzata, paziente e noi l’abbiamo affrontata nel modo giusto come avevamo studiato alla vigilia. Non siamo stati perfetti in alcune situazioni, abbiamo anche saputo soffrire. Nella ripresa avremmo dovuto cercare di più l’uno contro uno, però siamo stati stretti, compatti, concedendo solo dei cross troppo facilmente. Ci siamo schierati a gioco lungo col 4-4-2 e abbiamo sistemato meglio gli spazi sulle corsie esterne: Canalicchio e Viti le leggevano con un tempo in più le giocate rispetto a Lugnan e Ferrante dall'altra parte"

Perché è entrato Casolla per Sambou?

“Sambou non riusciva a trovare la posizione giusta in fase di pressione sull’avversario, Casolla è più esperto e bravo in questo lavoro e l’ha svolto al meglio. Mi dispiace che non abbia segnato, ma la sua prestazione è stata positiva”.

La sorprendono i pareggi di Aglianese e Prato contro Progresso e Sasso Marconi?

“Non mi sorprende niente a livello di risultati, non mi sorprendo di nulla. Sono sempre convinto, soprattutto quando vinco, di rosicchiare qualcosa e questo mi rende molto contento. Ora trasferta a Prato. La cosa positiva è che quando vinci le prepari con una serenità mentale diversa”.

Da parte sua il tecnico del Fiorenzuola Luca Tabbiani è sereno. “La gara ce la siamo messi noi in salita da subito con una rimessa sbagliata e abbiamo completato l’opera ad inizio ripresa con un errore. L‘approccio nei due tempi non è stato dei migliori, abbiamo lavorato male a livello di collettivo. La mia squadra ha giocato, ha creato situazioni pericolose ma non è stata incisiva”.

Come vede il campionato? Ci sarà equilibrio fino alla fine?

“E’ un campionato difficile, ci sono tante squadre forti, come il Rimini e l’Aglianese e altre come la Sammaurese in crescita. L’Aglianese all’inizio le ha vinte tutte, ma adesso si è assestata. Dubito che ci sia una squadra che possa fare il vuoto proprio perché non è facile fare risultati. Ci sono tante squadre difficili da affrontare. Non è un campionato nel quale non è facile fare filotti”.

Stefano Ferri

< Articolo precedente Articolo successivo >