Giovedý 28 Gennaio09:14:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Fiorenzuola 2-0, bomber Vuthai: 'Siamo più solidi, si vede una identità di squadra'

Ambrosini ha rotto il digiuno: 'Il mio gol cii ha permesso di svolgere al meglio il nostro copione del match'

Sport Rimini | 19:17 - 06 Gennaio 2021 Alex Ambrosini in azione contro il Fiorenzuola Alex Ambrosini in azione contro il Fiorenzuola.

Alex Ambrosini è tornato al gol dopo un lungo digiuno che durava dal febbraio e lo ha fatto con una giocata strepitosa, uno dei colpi del suo repertorio: una rovesciata.
“Sono molto contento sia per il gol, un bel gol, ma soprattutto per la vittoria perché era una partita fondamentale: non potevo chiedere di meglio a questa giornata. Sapevamo che il Fiorenzuola è una squadra che gioca molto, volevano stare lì ad aspettarli e il fatto di aver trovato la rete in avvio ci ha dato fiducia e la forza mentale di fare questo tipo di la partita sotto la linea della palla come il copione iniziale prevedeva. Abbiamo avuto più di una occasione, il risultato poteva essere più largo e rischiato pochissimo. Sono molto contento, il Fiorenzuola mi porta bene: è una liberazione aver segnato. Spero che l’epilogo sia lo stesso di quella stagione”. 
La classifica vi sorride, secondo posto a -5.
“Non dobbiamo guardare la classifica perché secondo me è presto, abbiamo ampi margini di miglioramento. In queste due giornate la cosa importante era non perdere terreno in questi due scontri diretti. Adesso subito testa all’altra gara, dobbiamo andare a Prato concentrati: questo successo ci dà convinzione”.
L’altro bomber, Dardan Vuthaj, è al settimo sigillo. E’ uscito per una botta: ha preferito uscire per non rischiare perché non riusciva a correre. “Vittoria meritatissima. Il mister l’ha preparata bene in settimana e tutte le cose preparate si sono puntualmente  verificate. Loro dopo il secondo gol hanno provato a giocare, ma mentalmente hanno fatto fatica. Il gol?  Io seguo dove va la palla, poi se arriva io la butto dentro” sorride il bomber.
Ora la trasferta di Prato.
“Siamo al terzo successo di fila  dopo due vittorie importantissime contro la seconda e la terza forza del campionato, ma noi dobbiamo sempre dimostrare il nostro valore di squadra in ogni partita se vogliamo arrivare dove vogliamo vogliamo arrivare. Per quanto mi riguarda, non guardo la classifica: basta che vinciamo noi e se vinci, vinci, vinci arrivi in vetta. Noi eravamo partiti con un po’ di problemi, adesso siamo più solidi, adesso si sta vedendo una vera identità di squadra. Noi ci abbiamo sempre creduto, sappiamo in che piazza siamo e dobbiamo sempre dimostrare, mai adagiarci e stare sempre così con la testa”.

Intanto a Gigli, che è stato male nella notte tra sabato e domenica, è stata diagnosticata una bronchite. Giovedì la società dovrebbe sciogliere la riserva sul secondo portiere.

ste.fe.

< Articolo precedente Articolo successivo >