Giovedý 28 Gennaio02:35:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Capodanno 2020 in zona rossa, agenti in strada e controlli nelle case

Si rinforza l'azione di prevenzione delle feste abusive: inviti a feste abusive via chat e web

Attualità Rimini | 10:02 - 31 Dicembre 2020 Controlli anti Covid (foto repertorio) Controlli anti Covid (foto repertorio).


Non soltanto pattugliamenti in strada ma anche visite a sorpresa nelle case e negli hotel, se necessario. La rete di controllo delle forze di polizia per impedire festini abusivi proprio nella notte di capodanno è stata rafforzata secondo apposite indicazioni prefettizie e questa sera sono attesi nelle strade di tutta la provincia decine di agenti, pronti a fermare le auto in transito nella prima sera della seconda zona rossa, quando gli spostamenti saranno consentiti soltanto per questioni di necessità e sì, anche per andare a trovare amici e parenti (ma solo una volta al giorno), ma mai dopo le 22 e non prima delle 7 di domattina, orario del coprifuoco dell'ultimo dell'anno.

Attenzione allora a non infrangere le limitazioni imposte dall'ultimo decreto anti-Covid, nel quale si raccomanda di accogliere non più di due parenti - o amici - alla volta. Le forze dell'ordine non potranno entrare in casa (o in camera d'albergo), ma qualora arrivassero a bussare alla porta dietro apposita segnalazione, potranno chiedere contezza del numero di persone presenti senza necessità di apposito mandato e in caso di falsa dichiarazione, potranno perseguire il mentitore per falso a pubblico ufficiale.

Controlli anche tramite la polizia postale a inviti via web e tramite applicazioni di messaggistica o social network: non sono ammessi sgarri. Come racconta il presidente di Confcommercio provinciale Rimini Gianni Indino al Resto del Carlino, stanno già circolando voci di presunti festini organizzati da addetti alle pubbliche relazioni dei locali della riviera. Una doppia beffa per i ristoratori che stanno cercando di stare in piedi con delivery e asporto, ma anche per le discoteche, chiuse da tempo ormai immemore.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >