Giovedý 28 Gennaio09:06:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, approvato il bilancio previsionale: "Corposi investimenti sulle opere pubbliche"

L'amministrazione comunale: "Non ci sarà alcun aumento delle imposte"

Attualità Rimini | 12:37 - 23 Dicembre 2020 Rimini, approvato il bilancio previsionale: "Corposi investimenti sulle opere pubbliche"


Ultimo atto per il consiglio Comunale di Rimini prima della pausa natalizia, che ieri sera (martedì 22 dicembre) ha approvato con 19 voti favorevoli e 10 contrari il bilancio di previsione 2021/2023, il documento principale sul quale si costruisce il futuro della città. "Un bilancio pensato per sostenere la ripartenza, dopo un 2020 sconvolto dalla pandemia, strutturato in modo da continuare a garantire sostegno a imprese e famiglie e allo stesso tempo non arretrare sul fronte degli investimenti, altro fattore decisivo per stimolare la crescita e non fermare il percorso di cambiamento che Rimini ha intrapreso in questi anni", spiega l'amministrazione comunale di Rimini in una nota, che per prima cosa evidenzia il calo del debito:  "Passato da 141,3 milioni circa del 1° luglio 2011 ai 69 milioni e 250 mila euro alla fine del 2021. In dieci anni quindi si saranno estinti oltre 72 milioni, dimezzando di fatto il debito di partenza".   

SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE E IMPRESE Nello spiegare la politica tributaria per l'anno 2021, l'amministrazione comunale evidenzia: "non ci sarà alcun aumento alle imposte, tasse e tariffe per il 2021 e sono confermate tutte le agevolazioni per Imu, Tari, imposta di soggiorno, Icp, nonché la disapplicazione dell’Iscop". Oltre la metà dei contribuenti (quasi 56.000 riminesi) non pagheranno l'addizionale Irpef grazie all'esenzione per redditi fino a 15.000 euro. "Dopo le riduzioni fino al 40% della Tari introdotte per le attività costrette a chiudere a seguito delle normative anti-Covid, sono previsti per il prossimo anno nuovi a favore di questa tipologia di utenti", aggiunge l'amministrazione comunale.

INVESTIMENTI "Corposo il capitolo degli investimenti per l’anno che verrà", sottolinea la nota da Palazzo Garami, a partire dal completamento Parco del Mare e del nuovo polo museale, la riqualificazione dell’area stazione, gli interventi sulla città diffusa e nei quartieri. Dal 2011 ad oggi sono stati investiti circa 465 milioni in opere pubbliche: oltre al Piano della Salvaguardia della Balneazione, il più importante intervento di risanamento ambientale in Italia, gli investimenti sulle nuove scuole (XX settembre, Villaggio I maggio, Montessori), i motori culturali (Teatro Galli, Museo Fellini, PART), le infrastrutture viarie (rotatoria Valentini, Padulli e via Montescudo, il nuovo ponte di via Coletti, l’alleggerimento traffico statale Rimini nord) e ancora gli impianti sportivi (nuovi campi da calcio, la casa del volley, l’impianto di baseball e rugby a Rivabella. Nel piano del prossimo triennio si continua con gli investimenti, con la conclusione del Parco del Mare e de polo museale, la riqualificazione dell’area stazione, gli interventi sulla città diffusa e nei quartieri.   

< Articolo precedente Articolo successivo >