Sabato 23 Gennaio19:10:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

San Giovanni: approvato bilancio previsione 2021. Meno entrate: "Ma non aumentiamo tasse"

Stanziati 300.000 euro per il sostegno alle persone e famiglie in difficoltà

Attualità San Giovanni in Marignano | 14:40 - 22 Dicembre 2020 La giunta Morelli La giunta Morelli.

Nella giornata di ieri (lunedì 21 dicembre) l'ultimo consiglio comunale di San Giovanni si è concluso con l'approvazione del bilancio di previsione per l'anno 2021. Sul fronte entrate è previsto un calo anche per l'anno 2021. I capitoli su Imu e Irpef in particolare sono stati adeguati prevedendo un'ulteriore minore entrata rispetto al previsionale 2020. "Si sottolinea come la rinegoziazione dei mutui, contratta quest’anno e approvata in sede di consiglio, sia stata per l’ente una manovra necessaria, che comporterà anche per il 2021 una minore spesa in parte corrente di circa 225.000 euro, risorse fondamentali anche per calmierare il maggiore costo dei servizi e il probabile protrarsi delle minori entrate", spiega l'amministrazione comunale in una nota, che aggiunge: "Consapevoli di tutte le criticità del bilancio, delle minori entrate, dell’aumento fisiologico della spesa e dell’incertezza del momento storico, per l’anno 2021 non è stato previsto alcun aumento di imposte, tasse e tariffe e sono invece confermate tutte le agevolazioni".

Tariffe del 2020 mantenute per la vecchia tassa d'occupazione di spazi e aree pubbliche, oggi nuovo canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, così come per l'imposta comunale sulla pubblicità e il diritto sulle pubbliche affissioni. In via eccezionale, a causa della pandemia,  il pagamento del canone è fissato al 30 giugno.

Sul fronte sostegno alle persone e famiglie in difficoltà, messi a bilancio 300.000 euro (80.000 euro a favore dei minori), con un contributo di 10.000 euro a favore della Casa Residenza Anziani per il potenziamento delle ore dedicate alla stimolazione motoria e cognitiva degli ospiti: "Confermati tutti gli stanziamenti per i servizi per l’infanzia, come il Nido Comunale e la Materna estiva, così come il significativo impegno per l’integrazione scolastica per bambini e ragazzi con disabilità" 
L'amministrazione comunale ha confermato tutte le misure d'agevolazione ed esenzione previste per i servizi a domanda individuale "anche per quanto riguarda la tariffa puntuale per le persone ultrasessantacinquenni con redditi bassi e per le aziende che assumono dipendenti a tempo indeterminato".

Sul fronte attività di recupero dell'evasione tributaria, previsti 200.000 euro di recupero Imu, 25.000 euro di recupero Tasi e Tari.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >