Domenica 17 Gennaio08:07:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il primo viaggio insieme nella Terapia intensiva neonatale di Rimini: nasce il diario-regalo illustrato

L'idea del papà e illustratore Urbano Marano e dell'infermiera Natascia Simeone in 300 copie per i genitori dei piccoli guerrieri

Attualità Rimini | 12:18 - 22 Dicembre 2020 Il diario nelle mani di Urbano Marano e Natascia Simeone Il diario nelle mani di Urbano Marano e Natascia Simeone.


Si chiama "Il primo viaggio insieme" ed è un diario per i genitori della Terapia intensiva neonatale di Rimini che è scritto un papà coraggio, stampato in 300 copie da donare in primis agli altri genitori che hanno i loro piccoli angeli ricoverati nel reparto dell'ospedale Infermi di Rimini. Un regalo che Urbano Marano ha voluto fare ai suoi compagni di viaggio, grandi e piccoli, nato il 16 giugno quando «le mie gemelline Allegra e Bianca decidono di nascere un po’ troppo presto, a nemmeno 32 settimane di gestazione con un peso di 1300 grammi l'una, 1500 grammi l'altra. Io e mamma Valeria, tra un mix di felicità e preoccupazione, siamo entrati dentro una centrifuga di emozioni fortissime. Le bimbe vengono subito ricoverate nel reparto di Tin di Rimini dove veniamo accolti e “presi per mano” da tutta l'equipe guidata dalla direttrice Gina Ancora».

Smarrimento e dolore hanno acquistato immediatamente «dignità e si sono trasformati in un cammino d’amore e consapevolezza. Infermieri e medici, insieme a Natascia Simeone (infermiera esperta di sviluppo del neonato prematuro), ci hanno sostenuto tra il contatto pelle a pelle, l'attacco al seno, la lettura, l'ascolto della musica hanno scandito il passare dei giorni. È durante questo percorso che un giorno Natascia mi ha parlato di un suo progetto, una sorta di diario di bordo che permette ai genitori di descrivere e fotografare eventi importanti».

Marano disegna per passione vignette molto popolari in rete a firma de #ILROMPI, così ha proposto a Natascia di realizzare assieme un diario illustrato. Nasce così “Il Primo Viaggio Insieme”, con in copertina un treno che si muove all’interno delle pagine del libro e che rappresenta il viaggio della famiglia all’interno della Tin. Le stampe sono state fatte grazie alla donazione di Krona Koblenz.