Mercoledý 20 Gennaio16:35:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Trading online nel 2021: quali saranno i mercati migliori dove investire?

Basterà avere a disposizione una connessione internet ed un computer

Attualità Nazionale | 09:53 - 29 Dicembre 2020 Trading online Trading online.

I mercati finanziari non amano l’incertezza e sono per loro natura volatili cioè soggetti alla variazione percentuale del prezzo di un asset finanziario in un determinato lasso temporale. A differenza di qualche anno fa investire in Borsa non è più un’attività destinata ad operatori del settore o persone abbienti.

Grazie al trading online infatti chiunque può decidere di investire i propri risparmi in modo autonomo utilizzando una piattaforma finanziaria online. Basterà avere a disposizione una connessione internet ed un computer. Bisognerà però prestare attenzione alle truffe che si moltiplicano in questo settore. Infatti la scelta più importante per chi vuole avvicinarsi a questo mondo sarà quella di affidarsi a broker seri ed autorizzati ad operare. Per sapere tutto sul trading online e le migliori piattaforme da utilizzare basterà leggere la seguente guida sul noto sito di settore: Comefaretradingonline.

Prima di investire i propri risparmi in Borsa sarebbe opportuno domandarsi come reagiranno i mercati finanziari a seguito della grave crisi economica mondiale. Le parole chiave per fare trading online nel nuovo anno saranno:
 

  • Diversificare
  • Scegliere i giusti asset

    Su quali strumenti finanziari conviene investire?
  1. Le azioni sono l’investimento più diffuso. Si tratta della compravendita tra due trader di azioni di una società. Acquistandone delle quote si diventerà quindi azionisti di minoranza.

Sarà possibile investire sul mercato azionario anche attraverso i CFD. Con i contratti per differenza si potrà investire sia al rialzo che al ribasso seguendo l’andamento di un titolo e decidendo di conseguenza se vendere o comprare. Investire attraverso i CFD permetterà di non dover effettuare la compravendita sull’asset ma sul titolo quotato sottostante. In questo caso infatti sarà una compravendita tra il trader ed il broker. Così facendo inoltre si risparmierà sui costi di commissione.

  1. In un periodo di crisi come questo non si può non parlare delle materie prime o commodity. Prendiamo l’oro che viene considerato storicamente il bene rifugio per eccellenza. Questo perchè il suo valore tenderà a restare invariato negli anni e non sarà soggetto all’inflazione. Oppure il petrolio che sarà sempre necessario nel mercato industriale e dei trasporti rimanendo quindi un ottimo investimento.

  1. Il mercato che continua ad attrarre sempre più trader anche non esperti è quello del Forex. Ogni giorno qui vengono investiti più di 6000 miliardi di dollari. Per questo viene definito mercato “liquido” ed è aperto h24 cinque giorni a settimana. Nel Forex si attua uno scambio tra due valute. Si venderà la valuta della coppia che sta diminuendo di valore e si comprerà l’altra. Questo mercato è considerato il meno manipolabile e quindi il più sicuro su cui investire.

  1. Le criptovalute nel 2017 hanno vissuto il loro momento d’oro facendo arricchire gli investitori più lungimiranti che avevano deciso di investire su queste. Parliamo soprattutto di bitcoin che sono una moneta virtuale e decentralizzata cioè non sottoposta al controllo di istituti di credito o governi. Sono ormai diversi anni che gli Stati stanno valutando l’opportunità di regolarizzarle e metterle a disposizione della vita reale. Questo è il motivo per cui potrebbero continuare ad essere un buon investimento anche nel 2021.

    La diversificazione sarà quindi l’elemento caratterizzante per investire attraverso il trading online nel nuovo anno. Non puntare tutto su un unico asset consentirà di non perdere l’intero capitale a disposizione del portafoglio di investimento qualora questo dovesse andare male. Inoltre in questo periodo storico potrebbe risultare più efficace investire sul medio e lungo termine. In questo modo si avrà la possibilità di limitare i rischi di investimento studiando come l’incertezza provocata dalla pandemia inciderà sui mercati.

< Articolo precedente Articolo successivo >