Lunedý 18 Gennaio23:52:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sentenza Tar annulla la nomina di Sonia Basini a presidente della sezione penale di Rimini

C'entra il caso Palamara: il consiglio superiore di magistratura dovrà rifare la comparazione tra Pasini e Casadei

Cronaca Rimini | 11:35 - 21 Dicembre 2020 Tribunale di Rimini Tribunale di Rimini.

Il Tar del Lazio ha annullato la nomina del giudice Sonia Pasini, avvenuta con delibera del plenum del Consiglio superiore di magistratura il 6 giugno 2018, a presidente della sezione penale del tribunale di Rimini, accogliendo il ricorso di un altro magistrato che concorreva per l'incarico, Fiorella Casadei, sempre in servizio nel tribunale riminese.

È una delle nomine di cui parlarono Luca Palamara e un altro ex consigliere del Csm, Gianluigi Morlini, nelle chat agli atti dell'inchiesta perugina. Morlini scriveva a Palamara di Pasini dicendo che era uno dei nomi da tenere "sotto controllo". Il collegio dei giudici amministrativi, che nella motivazione non fa, però, riferimento a queste conversazioni, annulla la delibera del Csm e dispone che si rinnovi il giudizio comparativo tra i due magistrati.

La sentenza del Tar condanna anche il Csm al pagamento, in favore della ricorrente, di 2 mila euro di spese di giudizio. Casadei è assistita dall'avvocato Elena Fabbri del foro di Rimini che ha avuto accesso agli atti come potenziale persona offesa a Perugia e ha acquisito le chat che riguardano la nomina.