Luned́ 18 Gennaio11:26:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

FOTO Rimini-Corticella 2-0. Vuthaj: 'La rovesciata? Quando ho visto la palla in alto non ci ho pensato su'

Il bomber: 'E' un successo che ci dà morale'. Sambou: 'Il ruolo di trequartista mi piace, anche a  Picerno giocavo così'

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 18:48 - 20 Dicembre 2020 Vuthaj esulta dopo il secondo gol (fotoservizio Venturini). In gallery: il cross di Sambou (1) deviato da Tonelli nella propria porta (2). Pecci esulta dopo il poker (3), un'uscita di Scotti (4), un tiro di Sambou (5) Vuthaj esulta dopo il secondo gol (fotoservizio Venturini). In gallery: il cross di Sambou (1) deviato da Tonelli nella propria porta (2). Pecci esulta dopo il poker (3), un'uscita di Scotti (4), un tiro di Sambou (5).

Dardan Vuthaj ha messo a segno una doppietta e per lui sono quattro i gol in maglia biancorossa. Il primo è stato una prodezza: una rovesciata che ha sorpreso il portiere ospite Cinelli.

“Non ci ho pensato sum ho visto la palla in aria e d’stinto ho provato la giocata. Mi è uscita una bella giocata. Sono contento per questa doppietta visto che il mio mestiere è buttarla dentro: sono contento per essere tornato al gol che mi mancava; volevo fare il terzo, c’era la possibilità, ma il mister ha deciso giustamente di dare spazio a forze fresche: vorrà dire che me lo tengo per Livorno - commenta il bomber -  A parte la mia doppietta, sono contento soprattutto per la squadra che aveva assoluto bisogno di questi tre punti. Era una partita insidiosa per certi versi, da sbloccare il prima possibile per non fare prendere coraggio al Corticella. Ci siamo riusciti. Questo successo ci dà morale in vista del nostro futuro”.

Uo dei protagonisti del match è stato Sambou, un furetto che ha fatto diventare matta la difesa del Corticella, il qaule ha messo lo zampino nelle azioni più pericolose del Rimini.

“Oggi ho giocato trequartista, un ruolo che avevo già ricoperto a Picerno. Mi sono trovato bene. Sono contento per il successo e per la mia prestazione, ma non abbiano ancora fatto nulla”.

Stefano Ferri

ASCOLTA L'AUDIO