Mercoledý 20 Gennaio16:54:26
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo: inaugura la nuova ciclovia fra la Stazione e Santa Giustina

L’inaugurazione alla presenza della Giunta comunale e dei rappresentanti della Consulta della Bicicletta di Rimini

Attualità Santarcangelo di Romagna | 15:00 - 18 Dicembre 2020 Nuova ciclabile che unisce il territorio di Rimini a quello di Santarcangelo Nuova ciclabile che unisce il territorio di Rimini a quello di Santarcangelo.


Verrà aperta nella mattinata di domenica 20 dicembre, con una diretta sui canali social dell’Amministrazione comunale, la ciclovia Stazione Ferroviaria-Santa Giustina. Ad inaugurare il percorso in sicurezza lungo circa un chilometro e mezzo saranno il sindaco Alice Parma e gli assessori che compongono al Giunta comunale oltre ai rappresentanti delle associazioni che fanno parte della Consulta della Bicicletta di Rimini.

Un po’ cittadina e un po’ campestre, la nuova pista ciclabile parte dalla stazione sfiora i moderni palazzi in acciaio e vetro appena costruiti per allungarsi come un serpentone a fianco della via Emilia. Un’opera attesa da tempo per mettere in sicurezza un tracciato che unisce al capoluogo una frazione in parte nel territorio di Rimini e in parte in quello di Santarcangelo con circa 3.400 abitanti in totale.

Un intervento affatto facile nella realizzazione che non ha potuto ovviamente trascurare nulla in tema di sicurezza tenuto conto che il percorso protetto fiancheggia un’arteria di grande traffico, di competenza statale, cioè di Anas. Dal semaforo a chiamata su via Pasquale Tosi ai new jersey con lo skyline di Santarcangelo posizionati nel tratto a ridosso della rotatoria con la strada di Gronda, fino agli attraversamenti segnalati all’ingresso della zona artigianale, la ciclabile corre in sicurezza su un tracciato asfaltato fino a via del Salice per poi proseguire su sterrato – affiancata da un filare di cinquanta aceri – fino a via Pedrizzo nella frazione di Santa Giustina.

L’ultimo tratto è caratterizzato dall’ampio spazio verde creato per far fronte alle criticità idrogeologiche in caso di piogge eccezionali. L’invaso mette infatti al sicuro il centro abitato di Santa Giustina dagli allagamenti grazie a una deviazione dei fossi di scolo che in caso di necessità faranno confluire le acque meteoriche nell’area di espansione.

La funzione della vasca di laminazione è spiegata da tabelloni installati all’ingresso dell’area verde, mentre un sistema informativo lungo il percorso ciclabile, fornisce indicazioni sui collegamenti esistenti, e quelli di futura realizzazione, compresi i tempi di percorrenza.

Quella che verrà inaugurata domenica è un’opera di grande importanza perché mette in comunicazione una frazione di oltre tremila abitanti con la stazione ferroviaria, il polo scolastico e gli altri servizi presenti nel capoluogo”, affermano il sindaco Alice Parma e l’assessore alla Pianificazione territoriale Filippo Sacchetti. “Realizzato nell’ambito di un accordo pubblico-privato riguardante l’ampliamento dell’area artigianale di Santa Giustina – aggiungono – il tracciato della ciclovia è stato modificato rispetto al progetto iniziale per renderlo maggiormente fruibile nonché per consentire la sua prosecuzione lungo la via Emilia fino a via Piadina e quindi Ugo Braschi”.

Un ringraziamento – concludono sindaco e assessore – va ai frontisti per gli accordi bonari raggiunti, alle imprese che hanno realizzato l’intervento e a tutti i tecnici coinvolti per il coordinamento portato avanti in questi mesi”.



 

< Articolo precedente Articolo successivo >